L’11 ed il 12 maggio Venezia si veste con i colori della pace

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di VeneziaToday

Riceviamo e pubblichiamo:

"Come sarà l'Italia? Fermeremo la guerra e la corsa gli armamenti? E i diritti di tutti? InMarcia, costruttori di pace! L’11 ed il 12 maggio Venezia si veste con i colori della Pace. L’11 con l’iniziativa “inMarcia per la pace 2019 – Fabbriche di Pace”, iniziativa giunta alla sua terza edizione ed organizzata da una rete di circa 30 associazioni. Manifestazione che si svolge a Mestre. Il 12 con la manifestazione “la Marcia delle Madri per la Pace” organizzata dall’associazione Unite per la Pace.

Siamo semplici cittadini, gruppi e associazioni della società civile che non si rassegnano all’assordante silenzio degli indifferenti. Se rimaniamo conniventi con questa “terza guerra a pezzi” allarghiamo le ingiustizie sociali tra i poveri e i sempre più ricchi, i garantiti, i precari esistenziali. Combattere la solidarietà e nel contempo promuovere la produzione ed il commercio delle armi rende la nostra società più chiusa ed instabili i paesi vicini. Una società che respinge e si chiude in se stessa non può che essere autoritaria, intollerante, violenta. Per questo, con la nostra ostinata apertura all’altro, al senso del giusto, ci mettiamo inMARCIA. “L’Italia ripudia la guerra” e le avventure senza ritorno a cui non abbiamo saputo sottrarci e che hanno fatto deserto di interi Paesi.

Il giorno 11 maggio, a Mestre vede, a partire dalle ore 16.30, presso l’Auditorium dell’M9 (museo del novecento) una riflessione sulla produzione e commercializzazione delle armi con un approfondimento dei rischi alla Pace conseguenti alla ripresa della corsa agli armamenti. Il convegno si apre con una clip tratta dal film "Finchè c'è guerra c'è speranza" con Alberto Sordi Segue tavola rotonda con: • Alessandra Russo (ricercatrice e co-autrice del libro "il peso delle armi" ed. il Mulino), • Don Fabio Corrazzina (Pax Christi Brescia) e Carlo Cefaloni (giornalista, redattore rivista Città Nuova) su il tema: Economia del Disarmo: riconversione dalle produzioni belliche alle produzioni civili; conclusione con le scelte pratiche: • il Consumo critico ed il Commercio Equo e Solidale • Finanza Etica: Banca etica e MagVenezia Conduce la Tavola Rotonda: Antonio Massariol – giornalista ore 18.30. inMARCIA per la PACE lungo le vie di Mestre ore 19.00. p.le Candiani. conclusioni con: • Xiquita bakana. (gruppo di danza africana) • Storie Storte • Diplomatico ed il collettivo Ninco Nanco • Letture di pace tra un gruppo e l'altro - Associazione culturale "Attori per Caso".

Il 12 maggio, a Venezia approderà “Marcia delle Madri per la Pace” organizzata dall’associazione Unite per la Pace. Questa marcia è nata dalle madri israeliane e palestinesi nel 2014, le quali hanno richiesto di porre fine a morte e violenza per il futuro dei propri figli. Quindi a Venezia tutti insieme: donne, uomini, giovani, anziani e bambini. Ritrovo ore 10:00 a San Basilio. Partenza alle 10:30. Arrivo a: Campo della Salute, lungo le Zattere e Rio Terà Saloni e dei Catecumeni. Verso le 12.00 formeremo una unione di mani e rispetteremo due minuti di silenzio per le vittime della guerra e del femminicidio. Concluderemo presso Campo della Madonna della Salute verso le 13.00. Durante l’evento inizieremo una sessione di canto, letture, musica e balli intonando anche la preghiera delle madri. Parteciperanno: i rappresentanti del movimento “Women Wage Peace", le studentesse del liceo “Morin", il Coro degli Imperfetti e il gruppo Donne Insieme. Per informazioni dell’11 maggio: scrivi un’email a info@inmarciaperlapace.it, visita la pagina Facebook www.facebook.com/inMarciaperlaPace/ oppure chiama Bernardino Mason 3286338340. Per informazioni del 12 maggio: scrivi una email a: UniteperlaPace@gmail.com O visita la Pagina Facebook: Unite per la Pace"

Torna su
VeneziaToday è in caricamento