Via l'amianto dall'ex scuola Edison: 500mila euro per bonificare e rifare il soffitto

Intervento approvato dalla giunta comunale. Nel complesso sfiorano il milione gli investimenti per l'edificio, con i 450mila euro destinati a rifacimento e ammodernamento della palestra

Saranno investiti 500mila euro per eliminare l'amianto dall'ex scuola Edison di Marghera: un intervento che prevedrà lo smaltimento della copertura dell'edificio, la bonificia delle travi precompresse e la posa delle nuove coppelle di copertura del soffitto e del controsoffitto. Ad approvare il piano d'intervento la giunta comunale, su poroposta dell'assessore ai Lavori pubblici Francesca Zaccariotto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Inizio dei lavori nel 2019

"Si tratta di un ulteriore importante lavoro per mettere in sicurezza uno stabile che per anni era stato abbandonato e al quale questa Amministrazione, - ha commentato l'assessore alle Politiche giovanili Simone Venturini - solo negli ultimi mesi, ha destinato ulteriori 490mila euro per la messa a norma della palestra, l'ampliamento degli spogliatoi e la sistemazione della copertura della stessa. Si tratta complessivamente di quasi 1 milione di euro che la giunta comunale ha voluto investire in una struttura che deve diventare sempre più accogliente per i giovani e gli sportivi che potranno godere di strutture a norma. Lavori - continua Venturini - che vedranno il loro inizio nel 2019 e che si aggiungono ai tanti importanti investimenti previsti nell'area di Marghera per la riqualificazione del patrimonio residenziale pubblico e per la sistemazione di molte aree verdi. Rimuovere e sostituire una copertura con amianto non è un intervento che assicura visibilità né garantisce applausi o tagli del nastro. Forse anche per queste ragioni prima del nostro arrivo non erano state mai stanziate risorse per questo intervento".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rettile marino in spiaggia a Jesolo: il Tropicarium Park lo recupera

  • Le previsioni: possibili grandinate e raffiche di vento

  • Violento maltempo: tetti scoperchiati, albero caduto su una casa di cura FOTO

  • Venti chilometri di sopraelevata per raggiungere Jesolo d'estate. Ok dal Cipe

  • Auto cappottata al casello Mestre-Villabona

  • «I pusher nigeriani si sono impadroniti di Marghera, gang pericolosissima»

Torna su
VeneziaToday è in caricamento