Acqua alta, disagi negli alberghi: 15 ore "sotto". Cancellate il 30% delle prenotazioni

Ca' Nigrar, ricostruito a 1,57 metri, sarebbe andato sotto acqua, come specificato dal titolare ad Ava. Il titolare: «Fenomeno sottostimato di 5-6 centimetri»

L'acqua alta eccezionale di lunedì, secondo molti albergatori, sarebbe stata sottostimata di almeno 5 o 6 centimetri. Le cancellazioni a lungo termine, che nel ponte e nel weekend raggiungono in alcuni casi anche il 30%, gli enormi disagi per gli hotel di Venezia riguardano anche strutture che finora non erano mai state coinvolte dal fenomeno dell’acqua alta.

Strutture invase per 15 ore

«Ringrazio gli albergatori e i loro collaboratori per aver garantito il servizio anche in condizioni di disagio estremo. Quello di lunedì è stato uno dei rarissimi casi in cui l’acqua non scende nemmeno nel periodo di "bassa" tra le due altissime maree, e le strutture alberghiere sono state invase dall’acqua per più di 15 ore consecutive. Malgrado ciò gli alberghi sono stati operativi e hanno fornito ai clienti un servizio all’altezza della situazione, facendo fronte come possibile alla chiusura dei ristoranti e alle difficoltà negli spostamenti. Ci sono state molte disdette, di chi non è riuscito ad arrivare ma anche da parte di chi si è impaurito. Saranno quantificate a breve. Preoccupa però il fatto che le informazioni non siano arrivate in modo corretto e che le disdette continuino anche per le prenotazioni dei prossimi giorni». 

«Fenomeno sottostimato»

Emblematico il caso dell’hotel Ca' Nigra lagoon resort, che nel restauro del 2004 era stato predisposto a un’altezza di 1.57 metri e in cui finora l’acqua non era mai entrata. «Per la prima volta ho avuto il piano terra completamente allagato - spiega la titolare, Stefania Stea - È andato sotto di 6 centimetri. Evidente quindi che si è andati ben oltre i 156 centimetri annunciati». È in corso in queste ore, oltre ai lavori di elettricisti e manutentori per ripristinare la normale situazione, anche la quantificazione esatta dei danni, in particolare ai marmi, corrosi dal sale. «Al piano terra abbiamo alcune camere, la sala colazione, la hall, la sale macchine e il vano ascensore. Anche gli impianti sono stati fuori uso per ore, eravamo senza linea telefonica ed era quindi impossibile procedere con check-in e check-out - aggiunge Stea -. Alcuni clienti hanno capito la gravità della situazione, altri invece non erano ben informati».

Poca comprensione dai clienti

Se da una parte gli albergatori hanno dovuto affrontare il problema dei turisti che hanno sottovalutato la pericolosità dell’acqua alta, in molti casi vissuta come un gioco, allo stesso tempo si è registrata poca comprensione da parte dei clienti in tutta la città. Qualcuno invece si è spaventato e ha preferito andarsene prima di sera. «Nonostante il Graspo de Ua abbia camere solo a partire dal primo piano, due persone si sono presentate con le valigie e hanno voluto il check-out, per andare a dormire in piazzale Roma, dove si sentivano più sicure - spiega Michele Mazzetto, titolare dell’hotel Canal Regio e del ristorante e hotel Graspo de Ua -. Abbiamo avuto alcune cancellazioni anche per i prossimi giorni. Nonostante le rassicurazioni, i turisti hanno visto le immagini in televisione e si sono spaventati. Ed è difficile spiegare, anche agli italiani, che l’acqua è scesa, che la situazione è sotto controllo e Venezia è tornata come prima». 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • conferma che non c era aqua alta dal 2 novembre al 5 che sono stata li. in tv mostrava ancora aqua alta ... ma la situazione era normale ..cmq Venezia e sempre bellissima

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Serra di marijuana e funghi allucinogeni: giovane arrestato, minore denunciato

  • Cronaca

    Umiliazioni e botte alla moglie e ai figli per 28 anni: padre padrone arrestato

  • Attualità

    È morto Bort: il fumettista della Settimana Enigmistica

  • Cronaca

    Kickboxing: Golden Glove 2019 ricorda Alessandro Fanton 

I più letti della settimana

  • Tragedia a Spinea: si toglie la vita lanciandosi nel vuoto

  • Scossa di terremoto poco dopo la mezzanotte avvertita nel Veneziano

  • Umiliazioni e botte alla moglie e ai figli per 28 anni: padre padrone arrestato

  • Sciopero in vista: il personale di Trenitalia incrocia le braccia

  • Incidente a Ca' Bianca tra tre automobili: morto un uomo, 3 feriti gravi

  • Rapina in calle e inseguimento: «Mio figlio minacciato da 7 ragazzini e colpito al volto»

Torna su
VeneziaToday è in caricamento