Ascom approva il regolamento sulle botteghe e rilancia: «Ora ridurre i canoni di affitto»

Il commento alla delibera che argina le aperture di negozi "non di pregio" nelle aree di Rialto e San Marco

L'associazione Ascom Venezia «condivide la linea perseguita da parte dell’amministrazione comunale con l’adozione della delibera che tenta di arginare aperture di negozi non di pregio»: un provvedimento che, secondo l'associazione e il suo presidente Roberto Magliocco, rappresenta un cambio di tendenza per «ospitare nella nostra città turisti di qualità».

Sin dal 2010, ricorda Ascom, il Comune è stato sollecitato affinché si intervenisse nel trovare delle soluzioni al proliferare dei negozi cosiddetti 50%, che offrendo merce a metà prezzo tutto l’anno, stavano minando l’equilibrio del mercato a Venezia, oltre ad un problema estetico e di decoro, in quanto spesso e volentieri le vetrine erano totalmente oscurate da cartelli pubblicitari. «A partire dal 2012 - scrive l'associazione - abbiamo convocato varie assemblee per informare i soci sugli obblighi sulla tracciabilità ed etichettatura dei prodotti, facendoci promotori della divulgazione e comprensione di quanto previsto dal codice del consumo; con la Camera di commercio abbiamo siglato il “codice di comportamento per una corretta informazione e per il contrasto alla contraffazione” e affrontato il fenomeno dei “discount del vetro”. Abbiamo denunciato agli organi istituzionali il danno provocato dai negozi cosiddetti “tutto 1 euro”. Lo scorso anno abbiamo incontrato l’assessore regionale Marcato per richiedere collaborazione alla Regione per contrastare questi negozi di bassa qualità».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ora il presidente Magliocco ora rilancia. «Riteniamo che a questa linea debbano seguire anche delle azioni mirate a ridurre i costi di gestione, compreso l’affitto, adottando il regime della cedolare secca a tutti gli immobili ad uso commerciale, a condizione che vengano venduti prodotti di qualità certificata».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gli aggiornamenti sul contagio in Veneto e in provincia la sera dell'1 aprile

  • I contagi e i pazienti coronavirus aggiornati a domenica sera

  • I dati aggiornati sui casi di coronavirus in provincia e nel Veneto

  • Ricoveri e decessi: gli aggiornamenti del 31 marzo sera

  • Pazienti ricoverati e tamponi positivi al coronavirus domenica

  • Ricoveri stabili, ma continuano i decessi: i dati aggiornati sul Covid-19

Torna su
VeneziaToday è in caricamento