Entrano a casa gli inquilini degli alloggi pubblici green a Fossalta

Sono in corso le assegnazioni nel residence ristrutturato dall’Ater di Venezia ed entro il 15 giugno saranno consegnate le chiavi di 9 abitazioni

Alloggi green restaurati a Fossalta

Nelle scorse settimane 9 famiglie di Fossalta di Piave li avevano visitati e scelti. Ora sono in corso le assegnazioni degli alloggi di edilizia residenziale pubblica nel residence “green”, ristrutturato dall’Ater di Venezia. Entro il 15 giugno saranno consegnate le chiavi agli inquilini in via della Speranza.

Recupero

Il mese scorso sono terminati i lavori di recupero edilizio al vasto complesso, di riqualificazione energetica, sistemazioni esterne e opere di urbanizzazione. Nei prossimi giorni l’azienda territoriale di edilizia residenziale veneziana procederà con gli ultimi piccoli interventi: le attività preliminari agli allacciamenti e le pulizie interne ed esterne degli appartamenti e zone comuni.  

Progetto green

Gli operatori dell’Ater di Venezia hanno ricevuto le ultime certificazioni Isee da parte degli inquilini i primi di giorni di aprile, e dopo le verifiche di rito sulla documentazione, hanno accompagnato i nuclei famigliari, di due e tre persone ciascuno, in visita alle case Erp, poco prima di Pasqua. La ristrutturazione ha trasformato i vecchi stabili degradati in un vero e proprio residence, un progetto green, innovativo sul fronte dell’efficientamento energetico, con pannelli solari e “tetti verdi” sui parcheggi, che ha riqualificato un’area centrale del comune. 

Il complesso

In tutto i 6 edifici comprendono 24 alloggi con 22 garage e 6 posti auto, un vasto giardino con lampioni e panchine, deposito per le biciclette, aree pensate per i giochi dei bambini e spazi per gli anziani, giardini pensili e area ecologica. Con una superficie complessiva di circa 4.020 metri quadrati e un occhio di riguardo alle aree verdi e all’abbattimento delle barriere architettoniche negli spazi aperti: non esistono gradini o dislivelli. L’intervento di ristrutturazione era iniziato nel 2013 e si è concluso il mese scorso, il costo complessivo è stato di quasi 3 milioni di euro provenienti da fondi europei Por Fesr e da investimenti delle vendite dell’Ater. Il residence ha un grande ingresso principale per i veicoli e altri laterali per l’accesso pedonale. I 9 alloggi che ora saranno abitati hanno tutti medie dimensioni, tra i 55 e i 60 metri quadrati, muniti di piccoli ripostigli esterni. La riqualificazione ha permesso, oltre all’installazione dei pannelli solari sui tetti per la produzione di acqua calda, anche la realizzazione del “cappotto” (isolamento termico) dei fabbricati. La valorizzazione degli spazi esterni è passata anche attraverso la piantumazione di piantine lungo il viale d’accesso e nei giardini condominiali. Nelle prossime settimane consegnerò personalmente le chiavi delle case, fresche di restauro, alle prime famiglie», ha detto il presidente dell’Ater di Venezia Raffaele Speranzon.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Truffatore online per anni, lo vanno a prendere nel suo appartamento

  • Trovato morto a 17 anni: sospetta overdose da psicofarmaci

  • Due casi di overdose in poche ore a Mestre, morto un 24enne

  • Tour fotografico nella ex Sirma, fabbrica abbandonata a Porto Marghera

  • Un bambino sparito dopo scuola è stato ritrovato dopo ore di ricerche

  • Scoperta a rubare vestiti, aggredisce il direttore e gli punta le forbici in faccia

Torna su
VeneziaToday è in caricamento