Bibione si conferma città inclusiva: luna park gratis per ragazzi disabili

Attrazioni gratuite e dolciumi offerti a 50 ragazzi dell'associazione di volontariato "Diamoci una Mano"

Bibione si conferma città inclusiva: serata di solidarietà al luna park

Un bel gesto di solidarietà a Bibione che dimostra come la città non sia solo meta di turismo ma anche una realtà aperta, inclusiva e impegnata a dare una mano alle persone che ne hanno bisogno. Dalle 21.00 alle 24.00 di ieri sera, infatti, gli operatori del Luna Park hanno offerto giri gratuiti sulle proprie attrazioni e dolciumi a una cinquantina di ragazzi disabili dell'associazione di volontariato DUM (Diamoci una mano, operativa in Friuli: Dinsi une man) accompagnati da quindici volontari, che in questo periodo dell’anno alloggiano al Cif Villaggio marino Pio XII.

«Siamo orgogliose della serata, che ancora una volta evidenzia una Bibione città aperta in grado di portare aventi concrete politiche di turismo inclusivo. Ci sembra doveroso ringraziare il presidente della Commissione Luna Park Raffaele Benedini e tutti gli operatori del Luna Park Adriatico per l’organizzazione, la sensibilità e la grande solidarietà dimostrate. Un grazie ai volontari che in silenzio svolgono un compito a dir poco eccellente e alla vice presidente del Cif Alba Rosa Montanari che da sempre collabora con la massima sensibilità, umanità e concretezza» - affermano gli assessori comunali presenti alla serata di solidarietà Annalisa Arduini e Cristina Cassan. 

Anche Benedini della commissione Luna Park ha espresso una grande soddisfazione per la riuscita dell'evento - «è stato bello far trascorrere ai ragazzi una serata diversa e soprattutto di svago. Un elogio va ai volontari che si sono prodigati nell’aiuto ai ragazzi, ai titolari per aver messo a disposizione le loro giostre, all’assessore Arduini promotrice di questo magnifico evento”. Sul successo dell’iniziativa è intervenuta anche la vice presidente provinciale dell’Associazione Cif Alba Rosa Montanari: “Grazie a tutte le persone che hanno lavorato alla riuscita della serata. Non dimentichiamo che l’impegno dei volontari va a sollevare per alcuni giorni le famiglie sempre impegnate nel lavoro e nel seguire i propri figli».  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marea record, Venezia completamente sott'acqua

  • Il disastro dell'acqua alta: incendi e barche affondate, rive e edifici danneggiati

  • Ristoratore arrestato: spacciava droga

  • Come "l'acqua granda" del 1966. Due morti a Pellestrina

  • Auto in fosso: morto un 38enne, una donna estratta viva

  • Acqua alta fino a 145 centimetri, bollettino aggiornato

Torna su
VeneziaToday è in caricamento