I Black Lions Venezia con il premier Giuseppe Conte e i ministri Tria e Costa

I ragazzi 2 volte campioni d’Italia di hockey su carrozzina sono stati invitati a Firenze domenica al convegno dedicato al tema “Persone capaci di colpi di scena”

Foto: i Black Lions Venezia con il premier Giuseppe Conte

I Black Lions Venezia, della Polisportiva Terraglio, hanno incontrato il premier Giuseppe Conte e i ministri Giovanni Tria e Sergio Costa al Festival dell’Economia civile di Firenze. I ragazzi due volte campioni d’Italia di hockey su carrozzina e detentori della supercoppa italiana, sono stati invitati a Firenze domenica per intervenire al convegno nella cornice salone dei Cinquecento di palazzo Vecchio, in piazza della Signoria. La loro testimonianza è stata inserita nella sessione di lavoro dedicato al tema “Persone capaci di colpi di scena” moderata dal direttore di “Vita” Stefano Arduini.

Testimonianze

La rappresentanza salita sul palco, davanti a una platea di centinaia di persone, era composta dal presidente Davide Giorgi, dal team manager Andrea Piccillo, dall’allenatore giocatore Sauro Corò e dagli atleti Ion Jignea, capitano e Manuel Giuge, protagonista anche di altre imprese sportive (Corò e Jignea sono campioni del mondo). Le testimonianze sul palco sono state accompagnate dalla proiezione in sala di alcuni video.

I ministri

Subito dopo la sua relazione, il presidente del Consiglio Conte ha incontrato personalmente il presidente della Polisportiva Giorgi e i ragazzi dei Black Lions che al premier hanno parlato del progetto 3S (Sport, Sanità e Sociale) e dell’importanza dello sport come strumento di riabilitazione, mantenimento della salute e inclusione sociale. Al termine del colloquio, durato il premier ha invitato ufficialmente la squadra a fargli visita a palazzo Chigi. Nel corso della mattinata, dirigenti e giocatori hanno avuto modo di intrattenersi anche con il ministro dell’Ambiente Sergio Costa e con quello dell’Economia Giovanni Tria.

Eccellenza

«Grazie al premier Conte e ai ministri Tria e Costa per la disponibilità e l’attenzione – ha detto Davide Giorgi –. Siamo orgogliosi di aver portato all’attenzione di un consesso nazionale così importante la nostra esperienza, i principi e gli obiettivi che la guidano e il fatto che sia un’eccellenza per Venezia come confermano i risultati sportivi raggiunti. È importante per noi promuovere questo tipo di cultura, anche presso le autorità che hanno responsabilità amministrative, affinché quello che stiamo facendo alla Polisportiva Terraglio possa diventare un progetto pilota per tutta l’Italia. Un disabile – ha aggiunto Giorgi – non può e non deve restare chiuso in casa, lo sport è un volano fondamentale per l’incontro, la socializzazione, la riabilitazione con enormi vantaggi in termini di benessere fisico e psicologico per la persona, ma anche di riduzione dei costi sociali per l’assistenza diretta».

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jesolo, fine estate col botto: nel weekend le Frecce Tricolori e la mezza maratona

  • Uomo di Jesolo si veste da Joker e provoca il panico a Milano con una pistola finta

  • Tumore del colon-retto, l'ospedale dell'Angelo una vera e propria eccellenza: i dati

  • Nessuna traccia di Mattia, ricerche proseguite tutto il giorno e sospese in serata

  • Lite finisce nel sangue: donna accoltella un uomo in centro a Mestre

  • Incidente tra un'auto e un camion: giovane incastrato nell'abitacolo

Torna su
VeneziaToday è in caricamento