Ombrellone e lettini gratis per le mamme che partoriscono in Veneto Orientale

Un ombrellone e due lettini per 2 settimane a tutte le mamme che partoriranno negli ospedali dell'Ulss 4. Moretto: «Serve stabilità, offrono un ombrellone»

Spiagge "in rosa", amiche della cicogna e dei bebè, regalano un bonus ombrellone alle neomamme. Accade nel Veneto Orientale, nel territorio dell'azienda sanitaria più turistica d’Italia, con un litorale di circa 57 chilometri di spiagge frequentate ogni anno da 22 milioni di presenze turistiche, pari al’89.5 per cento dell’intero comparto balneare veneto.  Dal 1° giugno l'Ulss 4, in collaborazione con Unionmare Veneto e il sostegno della banca di credito cooperativo San Biagio Veneto Orientale mette a disposizione delle mamme che partoriscono nei due punti nascita del territorio, San Donà di Piave e Portogruaro, un voucher per usufruire gratuitamente per due settimane di un ombrellone e due lettini negli stabilimenti balneari di Bibione, Caorle, Eraclea e Jesolo.

Natalità e turismo

"Vieni a partorire nel Veneto Orientale e ti regaliamo il mare" è lo slogan scelto dall’Ulss per promuovere, in via sperimentale, un progetto che coniuga salute e famiglia, attenzione alla natalità e dimensione sociale dell’impresa turistica. Il bonus ombrellone per le neomamme che partoriranno negli ospedali del territorio sarà valido anche per tutta la stagione estiva 2020. Insieme al voucher i reparti maternità di Portogruaro e San Donà consegneranno ai neogenitori anche un opuscolo con consigli e istruzioni per l’esposizione al sole, i vantaggi dell’ambiente marino nei primi mesi di vita, le precauzioni da adottare.

Un servizio per le famiglie del territorio

«Il "beach pass" per le neo-mamme - ha dichiarato l’assessore regionale alla sanità e al sociale, Manuela Lanzarin - è una ulteriore iniziativa che conferma e avvalora la dimensione inclusiva e sociale del turismo sulle nostre spiagge e, in particolare, la vocazione dell’Ulss del Veneto Orientale, che ha la sua ragion d’essere proprio nella specificità del territorio, primo arenile d’Italia, e nella sua forte attrattività turistica». Per il direttore generale dell'Ulss 4, Carlo Bramezza, il bonus ombrellone va inteso come un servizio alle famiglie del territorio, perché «offre la possibilità a tutte le neomamme, anche a chi non avesse disponibilità economica, di usufruire gratuitamente dei benefici del sole e del mare in uno stabilimento balneare del nostro litorale. Pensiamo al benessere delle neomamme - ha aggiunto - del neonato e delle loro famiglie, offendo un posto ombrellone gratuito, oltre a promuovere l’attività svolta dei punti nascita dell’Ulss 4, che registrano in media 800 parti l’anno».

«Si cerca stabilità, si offre un ombrellone»

«Siamo di fronte a un'altra "offerta lancio" che dovrebbe distogliere l’attenzione dai problemi seri della sanità del Veneto Orientale - ha commentato la deputata del Pd Sara Moretto - Mentre si infittisce il mistero sull’ospedale nuovo, unico o su due sedi, mentre il punto nascita di Portogruaro prova a riprendersi dopo una serie di scelte che lo hanno penalizzato, ci si inventa l’offerta 3x2. Le future mamme che cercano stabilità, sicurezza, accoglienza si trovano invece il biglietto per l’ombrellone. La nascita di un bambino è un evento di gioia straordinaria ma serio e delicato. Non giochiamo con queste cose».
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tacco11 della famiglia di Federica Pellegrini nel nuovo hotel a 5 stelle di Jesolo

  • Sorpreso con un trans, paga subito la multa: «Ma non ditelo a mia moglie» ​

  • Violenta collisione in serata, perde la vita un 53enne di San Stino

  • L'Auchan passa a Conad. Sciopero e presidio a Mestre

  • Barca finisce in secca, volo dell'elicottero per recuperare quattro persone

  • Controlli e multe nei ristoranti: 225 chili di alimenti sequestrati in un solo esercizio

Torna su
VeneziaToday è in caricamento