Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Ca' Foscari Short Film Festival in memoria di Pateh, morto in Canal Grande | VIDEO

Saranno 30 i corti in gara, dopo una selezione definita «ardua» dagli organizzatori, per scremare l'iniziale "carica" dei 3430 progetti inviati. Evento in programma dal 20 al 23 marzo

 

Tutto pronto per la nona edizione del Ca’ Foscari Short Film Festival, il primo in Europa interamente concepito, organizzato e gestito da un’università, previsto dal 20 al 23 marzo all’Auditorium Santa Margherita di Venezia. I 30 cortometraggi in concorso saranno affiancati da una serie di programmi speciali, workshop e masterclass. Realizzato con la collaborazione della Fondazione di Venezia, con il supporto della Fondazione Levi e dell’hotel NH Venezia Rio Novo e con la partnership di M9, la manifestazione mantiene fede alla sua mission di «essere fatto da giovani per i giovani»: sono loro i protagonisti di UNA grande festa, dall’una e dall’altra parte dello schermo.

Ca' Foscari Short Film Festival: tutti i dettagli

L’edizione 2019 è stata presentata oggi, martedì 26 febbraio, presso la sede centrale dell’Università Ca’ Foscari Venezia. «Il Ca’ Foscari Short Film Festival giunge alla nona edizione - spiega Flavio Gregori, prorettore alle Attività e capporti Culturali di Ateneo - e dietro c'è tantissimo lavoro. È un programma di assoluto rilievo nazionale e internazionale con ospiti di grande prestigio. Questo è l'unico festival ideato e organizzato direttamente da una università e di questo siamo orgogliosi. Il festival si avvale anche della presenza del master in Fine Arts and Filmaking di Ca' Foscari che rafforza le attività didattiche e scientifiche in questo ambito di studi».

Oltre 3400 corti vagliati

«Quest’anno abbiamo potuto fare una grandissima selezione - dichiara Roberta Novielli, direttrice del festival - e il livello dei corti è molto alto qualitativamente poiché sono stati ben 3400 i corti arrivati da 114 paesi. Il tema che si è rivelato dominante è stato quello dei migranti, una problematica che ha attraversato tutto il concorso internazionale».

Potrebbe Interessarti

Torna su
VeneziaToday è in caricamento