Inaugurato Ca' Zampa, nuovo centro multiservizi per animali domestici

Apertura ufficiale il 15 ottobre nel centro commerciale Porte di Mestre. I dati sui "pet": sono sempre di più e ne abbiamo sempre più cura, specie in Veneto

Se gli animali domestici sono sempre di più, c'è un maggiore bisogno di servizi a loro dedicati. È il presupposto da cui nasce l'idea di Ca’ Zampa, start up che in questi giorni ha aperto anche all'Auchan/Porte di Mestre uno dei propri centri multifunzione: si occupa di servizi veterinari, toelettatura, educazione, fisioterapia, parafarmacia e asilo. Giovanna Salza, presidente e fondatrice del progetto, ha inaugurato stamattina la sede mestrina, che è già operativa da alcune settimane.

Erano presenti anche l'ex ministro Corrado Passera e il sindaco Luigi Brugnaro: «Una nuova attività che apre e racconta una realtà dinamica è sempre un segnale positivo - ha detto il primo cittadino -. Il rapporto con gli animali insegna il rispetto reciproco, insegna a stare al mondo. Come amministrazione abbiamo creato e sistemato tante aree cani, sono oltre 20 nel territorio comunale e altre sono in fase di realizzazione. Inoltre i cani sono impiegati nell'unità cinofila antidroga della polizia locale, che è diventata un’eccellenza in Italia, oltre che tra i volontari della protezione civile».

«L’Italia è tra i paesi con il più alto numero di pet per abitante in Europa, con oltre 60 milioni di animali da compagnia registrati - ha detto Salza -. Il 38% delle famiglie italiane ha un cane e/o un gatto in famiglia, dato che cresce in modo significativo in Veneto e supera il 52% delle famiglie. Un primato che ci ha convinti ad aprire una delle nostre prime strutture proprio a Mestre dove contiamo che il nostro nuovo modello “all inclusive” possa aiutare le famiglie a migliorare e semplificare la cura dei loro amici a quattro zampe».

Il direttore scientifico di SWG, Enzo Risso, ha parlato di come sono evolute le abitudini legate al mondo degli animali domestici: «Oggi gli animali hanno cambiato il loro ruolo all'interno delle famiglie. Per molte persone sono diventate un sostegno affettivo e amicale, come se il pet fosse un membro della famiglia. Il ruolo importante degli animali oggi lo vediamo nella generazione z, nei ragazzi dai 18 ai 24 anni, i quali vivono l’animale come una sorta di fratello». A chiudere l’incontro una dimostrazione di percorsi educativi diretta da Antonio Angus, educatore di Ca’ Zampa e fondatore dell’associazione Dog’s Angels. Infine è stato premiato Jack, il siberian husky eletto "muso dell’anno".

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si è spento il sorriso più bello: Caorle stretta nel dolore per la morte di Juri

  • Ciclista travolto e ucciso da un'auto

  • Ristoratore arrestato: spacciava droga

  • Auto in fosso: morto un 38enne, una donna estratta viva

  • Acqua alta fino a 145 centimetri, bollettino aggiornato

  • C'è un nuovo ristorante con due stelle Michelin a Venezia

Torna su
VeneziaToday è in caricamento