«Un gol per i bambini»: donato un calcetto balilla alla pediatria di Dolo

Parte da Dolo il progetto della Associazione Solidape: un dono per i piccoli pazienti

E’ stato donato oggi al reparto di Pediatria di Dolo un calcetto balilla da parte dell'associazione no profit Solidape di Mira. «Abbiamo accolto ben volentieri – ha esordito il Primario della Pediatria, Luca Vecchiato – il gesto di questa associazione: all’interno del nostro reparto, infatti, abbiamo una sala della ricreazione con giochi di intrattenimento di vario tipo. Si va dal libro, ai giochi in scatola, fino alle macchinine su cui i bambini più piccoli piace spingersi e fingere di fare delle corse di Formula 1. Un modo per creare un clima di gioco, di casa e di famiglia all’interno delle mura ospedaliere, un modo per alleggerire i giorni di ricovero qui da noi».

Presto anche in altri ospedali

L'associazione è stata fondata da Michele Maschera, tre anni fa, in ricordo del padre Germano che gli aveva suggerito di realizzare degli eventi con l’Apecar, il cui ricavato potesse poi essere devoluto in beneficenza ed è impegnata in particolar modo nella ricerca scientifica, nella prevenzione delle malattie tumorali, e nel sociale. «In tre anni – ha detto il presidente Denis Bobbo - abbiamo donato oltre 55mila euro per le cause che sosteniamo (Lilt di Padova, la Colonna onlus Mirano, terremotati dell’Umbria, casi sociali a cui abbiamo ritenuto dare aiuto). Un risultato importante per noi che è stato possibile grazie a dei viaggi solidali fatti a bordo di piccole Apecar nel 2016  in Norvegia raggiungendo Capo Nord, e per ultimo  un giro d’Italia proprio a settembre scorso». La donazione di oggi fa parte di un nuovo progetto dal titolo “Un goal per i bambini”, che l’associazione mirese ha voluto inaugurare proprio nella Pediatria di Dolo. Successivamente i calcetti raggiungeranno altri ospedali: il secondo, ad esempio, sarà consegnato alla Oncoematologia Pediatrica di Padova. 

Potrebbe interessarti

  • Zenzero: è davvero un alleato per la nostra salute?

  • Temporali estivi: come proteggersi per evitare rischi

  • Festa del Redentore: i migliori punti da cui ammirare i fuochi

  • Forfora: da cosa è causata e come si combatte

I più letti della settimana

  • Auto contro un platano, morto un 28enne

  • La tragedia di Jesolo: quattro giovani vite spezzate, indagini su un presunto speronatore

  • Quattro giovani hanno perso la vita in un gravissimo incidente a Jesolo

  • I funerali di Eleonora, Leonardo, Riccardo e Giovanni allo stadio di Musile

  • Grandine come palline da ping pong, attimi di preoccupazione

  • Il papà di Giorgia, unica superstite nello schianto di Jesolo: «Come aver perso figli miei»

Torna su
VeneziaToday è in caricamento