Case Ater: «Cambiare l'algoritmo»

Cgil: «Una formula matematica di 5 pagine che non calcola se uno è malato o anziano». Dorigo e Gasparinetti: «A Venezia 2,5 posti letto a uso turistico per ogni residente»

Venezia

Le rassicurazioni non fermano le segnalazioni. La Regione ha garantito un controllo, caso per caso, delle criticità individuate assieme all'Ater al tavolo tecnico di analisi, convocato il 6 agosto scorso. All'esame ci sono soprattutto casi di persone, alloggiate nell'edilizia residenziale pubblica, anziane, sole, o con disabilità. «Entro il 30 settembre saranno proposti eventuali aggiustamenti alla norma per non creare situazioni di sperequazione o ingiustizie», ha detto l'assessore al Sociale Manuela Lanzarin. Ma ogni nuovo bollettino d'affitto da pagare, aumentato in base alle modifiche entrate in vigore per la legge 39 del 2017, fa trasalire più di qualcuno. «Continuiamo a raccogliere reclami, a centinaia - dice Daniele Tronco segretario provinciale Spi Cgil -, quello che non va è proprio l'algoritmo».

La formula

Una formula matematica di 5 pagine, spiega il sindacalista, che tanto non può far stare dentro se uno è più o meno disabile, se malato, quante volte chiama la badante, se ha fatto o no lavori in casa, anche se in affitto, se deve pagare qualcuno per ricevere particolare assistenza, e altre variabili. «Non ci può essere una valutazione caso per caso o per città, va cambiato il sistema di calcolo - afferma Tronco -. Il limite Isee va portato a 30 mila. Non vanno considerati nel calcolo i trattamenti di fine rapporto o i risarcimenti assicurativi, né il patrimonio immobiliare non remunerativo».

Assemblee

C'è un calendario di assemblee che lo Spi, assieme alla Cgil, ha fissato per i territori. Lunedì prossimo, alle 14.30, alla scoletta dei Calegheri di Venezia, e alle 17.30 a Mira, al centro civico di Borbiago. Poi martedì a Cavarzere, e giovedì nella sala Consiliare della Municipalità di Marghera. Proprio a Cavarzere «c'è una ultranovantenne alla quale hanno intimato di lasciare casa in due anni - dice Tronco - ma di sicuro dopo la questa lettera, libererà prima l'appartamento». A questo quadro si aggiungono le specificità della città storica. «Sappiamo tutti quali siano i costi per un anziano che sceglie di restare a Venezia, sia per il sostentamento che per altri servizi - dice la Cgil -, aggravare le condizioni significa contribuire all’abbandono della città».

I dati

Lorenzo Dorigo e Marco Gasparinetti, del Gruppo25Aprile, elaborano i numeri dell'anagrafe comunale e del portale georeferenziato locazioni turistiche del Comune di Venezia, per dare la misura di quanto i posti letto a uso turistico stiano sostituendo quelli a utilizzo residenziale. I primi (alberghieri ed extra-alberghieri), dall'11 novembre 2018 al 17 settembre 2019, «sono aumentati di 2.366 unità, con punte massime a San Marco, San Polo e Dorsoduro, ma con un sorprendente (per quanto isolato) calo a Castello. In termini percentuali, l'incremento più rilevante riguarda San Polo (+ 15,83%) seguito dalla Giudecca (+ 13,14%). L'incremento medio - concludono Dorigo e Gasparinetti - è pari a 7,73 unità al giorno e a San Marco ci sono ormai 2,5 posti letto ad uso turistico per ogni residente. San Polo, Santa Croce e Dorsoduro hanno una situazione pari a 1/1. A Cannaregio e Castello il rapporto è di 1.5 residenti per ogni turista pernottante» (tabella di Dorigo e Gasparinetti su dati del Comune di Venezia).

Schermata 2019-09-19 alle 14.25.06-2

«Cercare una casa in affitto a Venezia è diventata un’impresa quasi impossibile - dice il comitato con sede alla Bragora del Castello, che si prepara all'assemblea di domani, venerdì 20 settembre, alle 18 -. Su queste difficoltà si innestano la legge regionale del 19 giugno 2019, “Disposizioni in materia di ricettività turistica”, il cui impatto potrebbe mitigare quello (devastante) della legge 39 del 3 novembre 2017, in materia di edilizia residenziale pubblica. Attendiamo il tavolo tecnico in corso, non senza aver aperto un dibattito sul destino della nostra città».
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Violenta collisione in serata, perde la vita un 53enne di San Stino

  • Sciopero del personale Actv, ecco quando

  • Automobile contro moto, perde la vita un motociclista di San Stino

  • Esplosione a Marcon, il botto mette in allarme mezzo quartiere

  • Minaccia la dipendente con la pistola, poi fugge con il contante

  • Il radar non funziona: motopeschereccio si schianta contro una briccola e affonda

Torna su
VeneziaToday è in caricamento