Il cartoon di Celentano "profetico" con la grande nave che si schianta a San Marco

Il cantautore ha pubblicato oggi un estratto di un episodio di "Adrian". Con un attacco alla politica

In diverse occasioni in passato il cantautore Adriano Celentano si è schierato contro le grandi navi a Venezia, accusando governi e amministrazioni di  non fare nulla per risolvere un problema che, secondo le sue parole, «uccide Venezia». Oggi, in seguito all'incidente di San Basilio, Celentano ha pubblicato sul suo sito un estratto di un episodio del cartoon "Adrian", non ancora andato in onda, in cui una nave da crociera si schianta su piazza San Marco creando il panico tra la gente.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Grandi navi a Venezia

Una sequenza in qualche modo profetica: domenica la Msc Opera è effettivamente finita fuori controllo e fuori rotta, andando a sbattere contro la banchina di San Basilio e contro un'altra imbarcazione più piccola. E si può dire che il disastro è stato sfiorato. L'artista ha accompagnato il video con parole dure contro la politica. Il post è infatti intitolato: «Un motivo per cui i governi dovrebbero cadere». E più in basso: «Mi auguro che, dopo questo grave incidente, chi deve decidere decida in fretta e con il coraggio dell'onestà».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si alza il rischio di contagio, in Veneto regole più severe: lunedì nuova ordinanza

  • Le previsioni: possibili grandinate e raffiche di vento

  • Spara e uccide l'ex marito della compagna: arrestato

  • Violento maltempo: tetti scoperchiati, albero caduto su una casa di cura FOTO

  • Moda e calzature in ginocchio

  • Addio a Carlotta, morta nel sonno a 13 anni

Torna su
VeneziaToday è in caricamento