Cinema a 3 euro, il programma dell'ultimo appuntamento di novembre

I film nelle sale di Venezia e provincia martedì 26 novembre

L'ufficiale e la spia

Martedì 26 novembre è la data dell'ultimo appuntamento con il cinema a 3 euro nelle sale di Venezia e provincia, iniziativa organizzata dalla Federazione Italiana Cinema d’Essai (FICE) delle Tre Venezie, l’Associazione Generale Italiana dello Spettacolo (AGIS) delle Tre Venezie, Regione del Veneto. Ecco tutte le proiezioni.

Venezia

In questo ultimo martedì di rassegna, il Multisala Rossini di Venezia offre, alle 17.30, 19.30 e 21.30, la visione a tre euro del film “L'Età Giovane” (Drammatico, Belgio 2019, 84’) di Jean-Pierre Dardenne e Luc Dardenne, Palma d’oro per la Miglior Regia al 72°Festival di Cannes. Ambientato in Belgio ai giorni nostri, il film racconta il destino del giovane Ahmed, 13 anni, combattuto tra gli ideali di purezza professati dal suo imam e i richiami della vita.

Sempre in città, due sono le proposte del Multisala Giorgione. Alle 16.15, 18.45 e 21.15, inizia “Parasite” (Drammatico, Corea del sud 2019, 132’) di Bong Joon-ho. I quattro membri della famiglia di Ki-taek sono molto uniti, ma anche molto disoccupati, e hanno davanti a loro un futuro incerto. La speranza di un’entrata regolare si accende quando il figlio, Ki-woo, viene raccomandato da un amico, studente in una prestigiosa università, per un lavoro ben pagato come insegnante privato. Con sulle spalle il peso delle aspettative di tutta la famiglia, Ki-woo si presenta al colloquio dai Park. Arrivato a casa del signor Park, proprietario di una multinazionale informatica, Ki-woo incontra la bella figlia Yeon-kyo. Ma dopo il primo incontro fra le due famiglie, una serie inarrestabile di disavventure e incidenti giace in agguato. In alternativa, alle 16.30, 19.00 e 21.30, si può optare per “La belle époque” (Commedia, Francia 2019, 110’) di Nicolas Bedos. Victor è un uomo all’antica che odia il presente digitale. Quando un eccentrico imprenditore, grazie all’uso di scenografie cinematografiche, comparse e un po’ di trucchi di scena, gli propone di rivivere il giorno più bello della sua vita, Victor non ha dubbi. Sceglie di tornare al 16 maggio del 1974: il giorno in cui in un café di Lione ha incontrato la donna della sua vita, la bellissima Marianne.

Mestre

Spostandosi in terraferma, al Cinema Dante di Mestre troviamo, alle 16.20, 18.40 e 21.00, “Joker” (Azione, Avventura - USA, 2019, 122’) di Todd Phillips, Leone d'oro alla 76a Mostra del Cinema di Venezia. Arthur Fleck è un uomo che lotta per trovare la sua strada in una società fratturata come Gotham. Durante il giorno lavora come pagliaccio, di notte si sforza di essere un comico di cabaret, scoprendo tuttavia che lo zimbello sembra essere proprio lui. Intrappolato in un’esistenza ciclica sempre in bilico tra apatia e crudeltà, Arthur prenderà una decisione sbagliata che provocherà una reazione a catena di eventi.

Anche al Multisala IMG Palazzo troviamo, alle 17.00, 19.35 e 22.00, “Parasite” (Drammatico, Corea del sud 2019, 132’) di Bong Joon-ho.

Doppia proiezione a tre euro al Multisala IMG Candiani. Alle 16.45, 19.50, 21.00 e 22.15, il film proposto è “L'Ufficiale e la Spia” (Drammatico, USA 2019, 126’) di Roman Polanski, premiato con il Leone d’Argento al Festival di Venezia. Il 5 gennaio 1895, il Capitano Alfred Dreyfus, promettente ufficiale, viene degradato e condannato all’ergastolo all’Isola del Diavolo con l’accusa di spionaggio per conto della Germania. Fra i testimoni di questa umiliazione c’è Georges Picquart, che viene promosso a capo della Sezione di statistica, la stessa unità del controspionaggio militare che aveva montato le accuse contro Dreyfus. Ma quando Picquart scopre che tipo di segreti stavano per essere consegnati ai tedeschi, viene trascinato in una pericolosa spirale di inganni e corruzione che metteranno a rischio non solo il suo onore ma la sua vita. In alternativa, alle 18.30, 20.15 e 22.15, si può scegliere la commedia con “Cetto c'è, senzadubbiamente” (Commedia, Italia 2019, 93’) di Giulio Manfredonia. A dieci anni dalla sua elezione a sindaco di Marina di Sopra di Cetto la Qualunque si erano perse le tracce. Scopriamo che vive in Germania e, messa da parte ogni ambizione politica, oggi per i tedeschi è soltanto un irresistibile e pittoresco imprenditore di successo, che considera la Germania una terra di conquiste e la mafia un marchio di qualità. Il richiamo della sua terra tuttavia resta forte e la notizia dell’aggravarsi delle condizioni dell’amata zia che lo ha cresciuto, lo induce a tornare sul luogo del delitto e del diletto. In Italia la zia gli rivelerà qualcosa sul suo passato, e sui suoi natali, che cambieranno per sempre il corso della sua vita.

Provincia

In provincia, il Cinema Teatro di Mirano propone alle 20.30 “Joker” (Azione, Avventura - USA, 2019, 122’) di Todd Phillips, mentre il Multisala Verdi di Cavarzere offre alle 21.00 “Io, Leonardo” (Biografico - Italia, 2019, 90’) di Jesus Garces Lambert. In occasione delle celebrazioni per il cinquecentenario dalla scomparsa di Leonardo Da Vinci, la mente più geniale che la storia dell’umanità abbia mai conosciuto il film è un incredibile racconto alla scoperta dell’uomo, l’artista, lo scienziato, l’inventore attraverso un viaggio unico, coinvolgente ed affascinante nella mente di Leonardo da Vinci, con uno nuovo sguardo molto lontano dagli stereotipi con cui solitamente è descritto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Infine, il Cinema Oratorio di Robegano alle 21.00 troviamo “Yuli - Danza e libertà” (Biografico, Drammatico, Spagna, 2018, 109’) di Icíar Bollaín. Il film racconta la vita di Carlos Acosta, ballerino cubano ritiratosi dalle scene nel 2015 dopo una straordinaria carriera nelle più grandi compagnie del mondo. Bambino indisciplinato che vive coi genitori e le due sorelle a L’Havana, Carlos viene costretto dal padre a frequentare la rinomata Escuela Nacional Cubana de Ballet, assecondando così un naturale talento per la danza. Dopo anni di esercizi e scontri gli insegnanti, di difficoltà economiche e piccole umiliazioni, Carlos riuscirà a vincere un importante concorso a Losanna, e da lì a conquistare il mondo, senza mai dimenticare le origini e il legame con la famiglia. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: la mascherina non sarà più sempre obbligatoria

  • Dagli scavi in A4 è emersa un’imponente struttura di epoca romana

  • Bacaro chiuso 5 giorni per violazione delle norme anti-Covid

  • In arrivo forti rovesci e grandinate

  • Un etto di cocaina e 15 mila euro in contanti: 4 arresti

  • Incendio ad un'azienda agricola in Riviera

Torna su
VeneziaToday è in caricamento