Violenza sulle donne: a San Valentino si torna a parlare di femminicidio

E a sensibilizzare su questo fenomeno, indegno di una società civile, nella conferenza di mercoledì sera a San Donà: “Capire per prevenire”

Foto: violenza di genere, archivio

Un nuovo appuntamento, mentre ricorre la festa di chi si ama, San Valentino, mercoledì a San Donà di Piave. Un dibattito per ricordare che l'amore non sempre si traduce in affetto e vicinanza, ma che talvolta diventa mancanza di rispetto, che oltrepassa ogni limite. Si torna a parlare di femminicidio alle 20.30, al centro culturale Leonardo Da Vinci, in piazza Indipendenza 13.

I temi

Tra gli interventi anche quello di Galia Bacal, mamma di Irina Bacal, vittima di femminicidio. L’iniziativa si propone di sensibilizzare e di riflettere su questo grave fenomeno indegno di una società civile, che ha tragicamente colpito anche il Sandonatese con il terribile femminicidio di Maria Archetta Mennella, perpetrato dall’ex marito a Musile di Piave, nella consapevolezza di come la conoscenza di tutte le dinamiche connesse sia un elemento determinante per fare prevenzione e scongiurare altri drammi.

Interventi

Al convegno, a cui sono stati invitati anche gli amministratori dei comuni della zona, rappresentanti delle forze dell'ordine e referenti di varie associazioni. Interverranno, tra gli altri, il consulente di Studio 3A, Riccardo Vizzi, che ha seguito il caso e la famiglia Mennella e il criminologo e giurista Marco Monzani.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I benefici della cyclette, un attrezzo per tornare in forma in poco tempo

  • Il bar di Venezia che riapre con tutti gli impianti a prova di acqua alta

  • Cocaina e 70mila euro in casa: un altro arresto a Chioggia

  • Controlli a tappeto nel Veneziano, quattro arresti

  • Cardiologie aperte: screening e visite gratuite all'ospedale di Mirano

  • Volo dell’Angelo 2020, Venezia è pronta

Torna su
VeneziaToday è in caricamento