Treni e ferrovie: più di 500 pattuglie, migliaia di controlli, prevenzione e sicurezza

Oltre 3 mila identificazioni, 20 denunce e 4 arresti della polizia ferroviaria a Venezia e a Mestre nelle festività pasquali e nei ponti

Polizia ferroviaria, archivio

Polizia ferroviaria al lavoro nelle festività pasquali e nei ponti che hanno caratterizzato gli ultimi giorni di aprile e i primi del mese di maggio. Potenziati i servizi di prevenzione e repressione dei reati sui treni, nelle stazioni e negli ambiti ferroviari. L’incremento del flusso turistico che si registra in questo periodo dell’anno, in particolare nelle stazioni ferroviarie di Venezia e Mestre, richiama spesso borseggiatori e persone che sono solite procacciarsi i mezzi di sostentamento rendendosi responsabili di atti di microcriminalità che rischiano di rovinare le vacanze di molti turisti.

Le attività

In totale sono state identificate e sottoposte a controlli 3.156 persone, 23 sono state le denunce in stato di libertà e 4 gli arresti per reati contro il patrimonio, che hanno messo fine all’illecita attività di borseggio di quattro donne a carico delle quali, benché molto giovani, sono risultati numerosi precedenti penali: 56 le sanzioni elevate di cui 46 in materia di sicurezza ferroviaria. Dall’inizio delle festività pasquali a oggi sono state impiegate 532 pattuglie per servizi di prevenzione e repressione dei reati nelle stazioni, organizzati 17 servizi antiborseggio e 6 servizi specifici con impiego di unità cinofile per il controllo dei depositi bagagli e dei viaggiatori.

Prevenzione

Importante impegno sul fronte prevenzione della polizia ferroviaria è stata anche l’operazione denominata “Stazioni sicure”, svoltasi nella giornata di lunedì 29 aprile, durante la quale sono stati attuati controlli straordinari a passeggeri, bagagli e relativi depositi, con l’utilizzo anche del metal-detector e, per quanto riguarda nello specifico la stazione di Mestre-Venezia, dell’ausilio di una squadra cinofila antidroga. Tale attività ha visto coinvolti complessivamente 84 operatori del compartimento polizia ferroviaria per il Veneto, i quali hanno svolto accurati controlli di contrasto alle attività illecite in 14 scali ferroviari: 24 i controlli ai bagagli depositati e 20 a quelli al seguito dei viaggiatori, 226 in totale le persone identificate e controllate.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ordigno a Marghera. Evacuazione di 3mila persone, niente treni e aerei: Venezia sarà isolata

  • Grosso giro di prostituzione in due locali: prestazioni fino a 1500 euro a notte, 5 persone in arresto

  • Bollo auto, tutte le novità del 2020 dagli sconti alle nuove modalità di pagamento

  • Ladri in fuga sui tetti, braccati con l'elicottero e catturati

  • Schianto contro un muretto in cemento, perde la vita

  • Una donna si è data fuoco davanti al tribunale dei minori di Mestre

Torna su
VeneziaToday è in caricamento