Una nuova escape room storico culturale in centro a Venezia

Escape Cloister è il nuovo gioco di logica che punta a divertire ma allo stesso tempo a rivalutare il territorio, l'artigianato locale e a far scoprire nuovi aspetti della storia della città

Una nuova escape room storico culturale in centro a Venezia

Si chiama Escape Cloister il nuovo gioco di logica a Venezia che si differenzia dalla classica escape room per due motivi principali: il fatto di avere un taglio storico-culturale e perché, invece che svilupparsi in una stanza chiusa, si svolge all'aperto. A fare da cornice agli enigmi da risolvere e ai lucchetti da aprire c'è, infatti, il chiostro cinquecentesco di SS. Cosma e Damiano, in Giudecca, restaurato recentemente e che ospita diverse botteghe di artigiani che diventano, esse stesse, parte integrante del gioco. Così, oltre al divertimento, sarà possibile rivalutare l'importanza dell'artigianato locale e immergersi totalmente nella storia di questa città per scoprirne nuovi aspetti e conoscerne i luoghi e i personaggi storici meno noti.

Il gioco

È possibile partecipare all'Escape Cloister da un minimo di due persone a un massimo di otto. Si tratta di un gioco della durata di ottanta minuti, adatto a chiunque, dagli appassionati di storia alle aziende che vogliono puntare sul team building, fino a passare per chiunque ami questa tipologia di gioco di squadra e voglia fare un'esperienza diversa dal solito. L'escape si svolge all'interno del chiostro, all'interno delle botteghe e, in parte, nel giardino che si trova dietro il chiostro. Gli enigmi da risolvere sono basati su autentiche storie monacali veneziane con la missione finale di ritrovare un manoscritto scomparso di suor Arcangela Tarabotti, una rivoluzionaria protofemminista del XVII secolo. Gli indizi, invece, sono tutti oggetti di artigianato veneziano come acqueforti, incisioni, vetro di Murano, carta filigranata, foto d’autore, tutti realizzati ad hoc per il gioco dagli artigiani delle botteghe. Si gioca su richiesta, con prenotazione via mail e, anche se per il momento è attiva solo la versione in italiano, dalle prossime settimane sarà possibile giocare anche in inglese. 

Il progetto

Escape Cloister nasce grazie al progetto MACC (Manifattura, Commercio e Cultura) di Fondazione Ca’ Foscari finalizzato a trasformare l’autenticità del territorio veneto in esperienza turistica. A partecipare a tale progetto e a diventare quindi parte integrante della nuova escape room storica di Venezia sono state le botteghe Aura Design - Art and design Studio; CartaVenezia - Laboratorio di carta artigianale e tecniche artistiche; DoppioFondo - Laboratorio di stampa d’arte e casa editrice indipendente; Itaca - Art Studio; Mistero Buffo - Laboratorio di maschere tradizionali veneziane; Murano Glass Fine Art - Laboratorio soffiatura vetro di Murano; Picoplano - Studio di fotografia e grafica. Il gioco è stato, invece, sviluppato da Macaco Adventures, una realtà nata dall'idea di due storiche dell'arte, Martina Trombini e Sara Breviglieri, che si occupa della creazione di giochi di squadra storico culturali. Per la realizzazione del progetto è stata fondamentale la collaborazione dello storico veneziano Alberto Toso Fei che ha curato i contenuti storici del gioco e realizzato tutti i testi.

Per maggiori informazioni sul gioco si può visitare il sito ufficiale

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'acqua alta cancella anche la musica, sommersa la biblioteca del Conservatorio Benedetto Marcello

  • Investito da un camion, ciclista muore a Fiesso d'Artico

  • Cocaina fuori dal locale e in casa: coppia in manette a Mirano

  • Giovani investiti da un treno mentre camminano lungo i binari: lui grave

  • Portata nei bagni della discoteca e violentata, la denuncia di una 18enne

  • Auto rovesciata in fossato, un ferito

Torna su
VeneziaToday è in caricamento