Individualismo e solitudine: la città di un solo abitante nel progetto Biennale per Forte Marghera

È "Monowe" di Ludovica Carbotta, progetto speciale della Mostra internazionale d'arte allestito a Mestre

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...
 

È stato presentato oggi il progetto speciale della Biennale Arte 2019 a Forte Marghera, Mestre: le installazioni, realizzate dall'artista Ludovica Carbotta (Torino, 1982), sono esibite presso lo spazio della Polveriera austriaca e compongono il progetto Monowe.

Monowe è la concezione e la conseguente costruzione di una città ideale, di un modello urbanistico pensato e creato per un solo individuo. Il presidente della Biennale, Paolo Baratta, ha sottolineato come l'ex Polveriera Austriaca costituisca un ambiente calzante per l'installazione di Carbotta, che esporrà una seconda sua opera all'Arsenale. Si tratta di sculture che riflettono sull'identità dell'animo umano partendo dalla solitudine, sentimento che offre all'essere umano gli strumenti per la ricerca di se stesso attraverso l'immaginazione e la creazione. Presente all'inaugurazione anche il sindaco Luigi Brugnaro.

L'installazione sarà visitabile dal 7 maggio al 6 ottobre 2019 dalle ore 13 alle 21.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Potrebbe Interessarti

  • Attualità

    Grandinata nel Veneziano, strade imbiancate in pochi minuti

  • Attualità

    Inaugurate all'Arsenale le 12 mani di Lorenzo Quinn, ospite Andrea Bocelli | VIDEO

  • Attualità

    Viaggio nella Biennale arte 2019, il meglio dai padiglioni dei Giardini | VIDEO

  • Cronaca

    L'ospedale di Chioggia rimesso "a nuovo" dopo l'acquazzone (a tempo record) | VIDEO

Torna su
VeneziaToday è in caricamento