Il meccanico di biciclette è a domicilio: a Scorzè riparazioni anche nell'officina mobile

L'idea è stata dei fratelli Fardin, titolari dell'omonimo negozio di cicli. Il loro obiettivo aiutare le persone che avrebbero difficoltà a portare la bici a riparare. E non solo

La bici è rotta? Nessun problema: adesso il meccanico è a domicilio. Come l’idraulico o il tecnico della lavatrice. Perché se il pedale è l’unico modo per muoversi, è chiaro che andare in officina può diventare un problema. L’idea è venuta a un marchio storico e famoso di Scorzè, Fardin Cicli, che ha sede proprio di fronte al municipio. I gestori, i fratelli Alessio e Francesco Fardin, hanno acquistato un furgone, lo hanno trasformato in officina mobile e sono pronti a correre su chiamata ad aggiustare le biciclette a casa dei loro clienti, vecchi e nuovi.

Un servizio nuovo

Innovazione dei servizi, per competere meglio sul mercato. Un mercato in espansione quello della bicicletta, almeno stando ai dati degli acquisti a livello nazionale: ma bisogna anche starci dietro con l’assistenza e così ecco l’idea che potrebbe rivoluzionare la riparazione delle biciclette in mezzo Miranese e non solo, dove la cultura del pedale certo non manca. Al fianco dei titolari c’è Confcommercio del Miranese, che recentemente ha spinto i propri associati a guardare all’innovazione dei servizi e a nuove opportunità di lavoro da affiancare alla vendita tradizionale.

Furgone-officina mobile

"Abbiamo visto - spiega Alessio - che le persone hanno sempre meno tempo libero e molte volte non hanno mezzi adatti per trasportare la bicicletta in officina per la riparazione, penso soprattutto agli anziani. Per questo, grazie all'aiuto di mio fratello Francesco, che ha avuto questa intuizione, abbiamo pensato di allestire un piccolo furgone come officina mobile per raggiungere il cliente direttamente a casa, nei tempi concordati. Possiamo intervenire subito se la riparazione è semplice, oppure portare la bici nella nostra officina e riportarla dopo tre giorni dove l’abbiamo prelevata". Il servizio è attivo da qualche settimana in un raggio di circa 10 chilometri dalla sede, in pieno centro a Scorzè e comporterà solo un piccolo sovrapprezzo rispetto alla riparazione tradizionale di chi porta la bici in negozio.

Rilanciare la storica attività

Una piccola attività di paese Fardin Cicli che ora, grazie anche a questa novità, diventa all’avanguardia. Da circa un anno nella gestione del negozio si è affiancato il fratello di Alessio, Francesco, che prima si occupava di commerciale e marketing in un’azienda metalmeccanica di Castelfranco: "La nostra sfida è rilanciare questo negozio avviato da nostro papà Albino oltre 50 anni fa - spiega proprio Francesco - offrendo servizi innovativi, garantendo qualità nei materiali, nelle manutenzioni e nelle biciclette che vendiamo".

Il restauro di bici d'epoca

Storia e passione di famiglia dunque per questa attività di Scorzè, dove i fratelli Fardin sono impegnati anche nella riqualificazione e restauro di biciclette d’epoca. "È una passione - continua Francesco - ridare nuova vita alle bici storiche, sopratutto da corsa. Non escludiamo in futuro di organizzare un piccolo gruppo di appassionati del ciclismo vintage, o come si dice oggi 'eroico'. La nostra attività vuole essere moderna, ma con uno sguardo alle nostre radici, facendo forza sul fatto di essere un’impresa familiare".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Mestre

    Scoperti cinque ostelli abusivi a Mestre, maxi multa da 16mila euro

  • Cronaca

    False immatricolazioni e evasione su auto di lusso: truffa milionaria, 44 vittime nel Veneziano

  • Cronaca

    La salma della giovane mamma Francesca Schirinzi è tornata nel Salento

  • Economia

    Veneto prima regione d'Italia per turismo nel 2018, lieve calo per il Veneziano

I più letti della settimana

  • Auto esce di strada e finisce contro un albero: morto il conducente

  • Eroina, quarta overdose in un mese: trovata morta una 36enne

  • Incidente in Valsugana: muore motociclista veneziano

  • Conto salato al momento di disdire il contratto con la compagnia telefonica: quasi 800 euro

  • Sciopero del personale Trenitalia, 24 ore di stop

  • In marcia per il clima, Venezia raccoglie l'appello: studenti attivisti assaltano la laguna

Torna su
VeneziaToday è in caricamento