Femminicidi e violenze, più di 300 donne seguite l'anno scorso dal Comune di Venezia

Presentati lunedì i dati al centro Candiani di Mestre. In aumento nel 2017 le richieste d'aiuto, oltre 6 mila e 500 le persone accolte tra il 1994 e il 2016

Violenza sulle donne, foto d'archivio

I dati sui numeri del centro antiviolenza del Comune di Venezia sono stati presentati lunedì, al centro Candiani di Mestre. In aumento le donne che hanno chiesto di essere seguite nel 2017, più di 6 mila e 500 le persone che vi si sono rivolte tra il 1994 ed il 2016. La presidente del Consiglio comunale, Ermelinda Damiano, ha preso parte al convegno, promosso nel quadro del programma di “Novembre Donna”, dal centro antiviolenza del Comune e dalle associazioni “Passaggi a NordEst”, “Penelope Italia” e “Gens Nova”.

Il fenomeno

«Il femminicidio e la violenza sulle donne – ha ricordato Damiano – sono purtroppo, come sentiamo ogni giorno, fenomeni di stretta e gravissima attualità, a cui dobbiamo contrapporre una ferma battaglia culturale, da combattere sotto tanti profili: educativo, giuridico, politico. Una battaglia in cui non dobbiamo mai abbassare la guardia, perché la violenza sulle donne ha molte facce: non riguarda solo gli episodi eclatanti che finiscono sulle prime pagine dei giornali».

Le strutture

Nel 1994 è nato qui il primo centro antiviolenza pubblico, nel 1995 si è inaugurata la prima 'Casa rifugio' per le donne maltrattate e i loro figli (a cui ne è seguita una seconda nel 2009), nel 1999 si è perfezionato l'accordo con l'Usl locale per attivare nei pronto soccorsi ospedalieri di Venezia e Mestre il punto 'Sos Violenza'. Non meno importante è stato il recente accordo di prevenzione e contrasto del fenomeno della violenza domestica e di genere sottoscritto insieme a procura della Repubblica, tribunale, prefettura, questura, carabinieri, guardia di finanza, ordine degli avvocati, Uls 3 e Ufficio scolastico provinciale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I dati

Riguardo agli ultimi anni: nel 2016 sono state seguite 289 donne, il 69% delle quali italiane, ed il 74% con figli. Riguardo alle fasce d'età le più numerose sono state quelle tra i 18-30 anni (78), seguite dalle fasce 41-50 (74) e 31-40 (71). Donne che hanno dichiarato di aver subito violenze psicologiche (157 casi), fisiche (123), sessuali (15), stalking (28). Gli autori delle violenze sono per il 73% italiani: il 56% partner attuali della donna, il 24% ex partner, il 20% amici o conoscenti, l'1,4% sconosciuti. Numeri in linea con i dati del 2017, in cui però le donne seguite sono salite a 302.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le previsioni: possibili grandinate e raffiche di vento

  • Violento maltempo: tetti scoperchiati, albero caduto su una casa di cura FOTO

  • Venti chilometri di sopraelevata per raggiungere Jesolo d'estate. Ok dal Cipe

  • Auto cappottata al casello Mestre-Villabona

  • «I pusher nigeriani si sono impadroniti di Marghera, gang pericolosissima»

  • Giovane ferito con una coltellata alla fermata del bus

Torna su
VeneziaToday è in caricamento