Spiagge sicure: soldi su Jesolo, Cavallino e Bibione. Sottomarina a bocca asciutta

I fondi stanziati dal governo per contrastare l'abusivismo commerciale e per migliorare la sicurezza degli arenili interessano 3 realtà turistiche veneziane. Escluse tutte le altre

Abusivismo commerciale e sicurezza, in arrivo per 3 comuni balneari del Veneziano una parte dei 2,5 milioni di euro stanziati dal governo nell'ambito del progetto "spiagge sicure". L'ufficializzazione è giunta sabato. A sorridere saranno Jesolo, Cavallino-Treporti e San Michele al Tagliamento, "forte" della spiaggia di Bibione.

Esclusi Chioggia, Eraclea, Caorle

Ci sono anche gli esclusi eccellenti: primo tra tutti il Comune di Chioggia, che non potrà contare su queste risorse aggiuntive, derivanti dal Fondo unico giustizia, per stringere le maglie dei controlli a Sottomarina. I fondi, infatti, serviranno soprattutto per l'assunzione di personale a tempo determinato della polizia locale e per l'acquisto di mezzi e attrezzature anche nell'ottica di mettere a punto campagne di sensibilizzazione ad hoc. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I requisiti

A livello nazionale sono 54 i territori rivieraschi a vocazione turistica che hanno presentato progetti ritenuti idonei: 15 al Nord, 23 al Centro e 16 al Sud. I requisiti prevedevano che ad accedere ai fondi potessero essere i comuni costieri a vocazione turistica, non capoluogo di provincia, con una popolazione non superiore a 50mila abitanti e con un indicatore di affollamento nelle strutture ricettive non inferiore a 500mila presenze annue, secondo i dati Istat; 72 rispondevano a queste caratteristiche e di questi solo 61 avrebbero potuto accedere ai fondi tenuto conto del vincolo che prevedeva potessero essere finanziati non più di tre comuni per provincia. Le proposte sono state presentate in prefettura e approvate dai comitati provinciali per l'ordine e la sicurezza pubblica, saranno finanziabili per un massimo di 50mila euro. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: la mascherina non sarà più sempre obbligatoria

  • «Ha fotografato le mie bimbe in vaporetto»: nel telefono la polizia trova decine di foto di minori

  • Ecco i divieti che resteranno in vigore anche dopo il 3 giugno

  • Coda verso Venezia al mattino. Pressione sui mezzi nel corso della giornata

  • Incendio ad un'azienda agricola in Riviera

  • Ubriaco, picchia una ragazza e i carabinieri: neutralizzato con 2 dosi di sedativo

Torna su
VeneziaToday è in caricamento