Palazzetti sportivi in gestione alle società che si occuperanno della manutenzione

Approvate oggi in giunta le prime delibere che riguardano, tra gli altri, il palazzetto di Trignano, la palestra Stefani di Marghera e il palazzetto Ancillotto di Mestre

Impianti sportivi a società e associazioni che si impegnano in importanti lavori di manutenzione. La Giunta comunale ha approvato oggi un primo blocco di delibere che riguardano la concessione per la gestione di impianti in tutto il territorio di Venezia. «Le associazioni - ha commentato il sindaco di Venezia Luigi Brugnaro - si sono dichiarate disponibili, in accordo con il Comune, di farsi carico di importanti lavori di manutenzione e riqualificazione delle strutture a fronte di una concessione d’uso pluriennale che permetta loro di pianificare l’investimento».

Gli impianti sportivi

Il palazzetto di Trivignano è stato concesso al “Basket Mestre 1958 S.S.D. A.R.L”, alla “Polisportiva Arcobaleno Sport Cultura Trevignano” e alla “Fusion Team Volley - Associazione sportiva dilettantistica”. A fronte di una concessione della durata di 9 anni, le società si impegneranno ad eseguire lavori, per un importo di quasi 95mila euro per la riqualificazione dell’impianto di illuminazione della palestra con tecnologia led e della palestrina per crearne una sala multidisciplinare. Inoltre procederanno all'estensione da 250 a 400 posti della capienza degli spettatori grazie all’acquisizione di una tribuna telescopica. La palestra D. e F. Stefani di Marghera è stata concessa invece per sei anni all’ “Associazione Sportiva Dilettantistica Giants Basket Marghera”, la quale si è impegnata, a fronte di una spesa di oltre 20mila euro, a riqualificare l’impianto di illuminazione del campo con l’installazione di fari a led.

Spostandosi a Favaro, la palestra Rodari sarà gestita per i prossimi sei anni dall’ “A.D. Pallacanestro Favaro” che si è impegnata a riqualificare l’impianto di illuminazione del campo con l’installazione di fari a led, per un totale di 11mila euro di investimento. L'l'impianto sportivo “Parco Albanese” (all’interno dell’omonimo parco di Mestre) è stato concesso invece per nove anni, all’ “Associazione Sportiva dilettantistica Fenice Venezia Mestre”  e all’ “A.S.D. Fenice Junior” che impegneranno 51mila euro in lavori di ristrutturazioni e adeguamento dell'edificio. Il palazzetto D. Ancilotto è stato concesso per 9 anni alla “S.S.D. Reyer Venezia Mestre Spa” che, a fronte di una spesa complessiva di oltre 86mila euro, si è impegnata, nell’arco del quadriennio 2019/2022 a eseguire, tra gli altri, i lavori di fornitura e posa del bruciatore abbinato alla caldaia, alla fornitura e posa di contatori di energia e di 4 aerotermi per la palestra.

Infine, il campo sportivo Bacini andrà in gestione per 9 anni, alla “Associazione sportiva dilettantistica Polisportiva Foscarini" e al “Rugby Venezia Associazione sportiva dilettantistica” che, investendo  77mila euro, si sono impegnate a portare a termine la manutenzione straordinaria del prefabbricato ad uso spogliatoio, oltre che la sostituzione delle strutture prefabbricate dedicate a servizi e della tribuna con altre di metallo.

Potrebbe interessarti

  • Zenzero: è davvero un alleato per la nostra salute?

  • Temporali estivi: come proteggersi per evitare rischi

  • Festa del Redentore: i migliori punti da cui ammirare i fuochi

  • Forfora: da cosa è causata e come si combatte

I più letti della settimana

  • Auto contro un platano, morto un 28enne

  • La tragedia di Jesolo: quattro giovani vite spezzate, indagini su un presunto speronatore

  • Quattro giovani hanno perso la vita in un gravissimo incidente a Jesolo

  • I funerali di Eleonora, Leonardo, Riccardo e Giovanni allo stadio di Musile

  • Grandine come palline da ping pong, attimi di preoccupazione

  • Il papà di Giorgia, unica superstite nello schianto di Jesolo: «Come aver perso figli miei»

Torna su
VeneziaToday è in caricamento