Hacker "etici": cafoscarini in finale nel torneo internazionale sulla cybersecurity

Secondi assoluti su oltre 500 squadre provenienti da tutto il mondo, si sono piazzati davanti ai campioni in carica. Nella squadra studenti da Venezia, Milano, Padova e Roma

Una squadra di giovani “hacker etici” italiani si è classificata seconda alle qualifiche del Def Con Ctf, aggiudicandosi l’accesso alle finali della più importante competizione “capture the flag” di sicurezza informatica a livello mondiale, nonché uno dei primi e più grandi eventi di questo genere arrivato ormai alla 26esima edizione. Si tratta dei "mHACKeroni": una super-squadra creata unendo le forze di cinque squadre italiane, per lo più composte da studenti universitari: i “Tower of Hanoi” del Politecnico di Milano, i “c00kies@venice” dell’Università Ca' Foscari Venezia, gli “spritzers” dell’Università degli Studi di Padova, i “TheRomanXpl0it” della Sapienza di Roma e gli “JBZ”, una squadra italiana indipendente.

Competizione di sicurezza informatica

Un “Capture The Flag” è una vera e propria competizione di sicurezza informatica. I partecipanti si sfidano a squadre per identificare problemi di sicurezza realistici in applicazioni complesse create ad hoc dagli organizzatori. Lo scopo del gioco è sfruttare questi problemi per leggere dati sensibili (le cosiddette “flag”) e al contempo difendersi dagli attacchi dei team avversari. Le qualifiche si sono tenute nel weekend dello scorso 12 e 13 maggio. Per l’occasione, 40 giovani hacker provenienti da ogni parte d’Italia si sono incontrati negli spazi del laboratorio NECST del Politecnico di Milano, cimentandosi in sfide di vario genere e difficoltà che hanno richiesto competenze d’eccellenza nel campo della cybersecurity, e più in generale di informatica, per 48 ore ininterrotte di competizione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Secondi su oltre 500 squadre

I mHACKeroni si sono classificati al secondo posto su 586 squadre, ottenendo 4066 punti, appena dopo i “Samurai” (primi con 4294 punti), e superando i “PPP” della Carnegie Mellon University (campioni in carica e terzi classificati con 3909 punti). È un risultato storico e il miglior piazzamento ottenuto alle qualifiche del Def Con da una squadra italiana: risale infatti al 2008 il terzo posto conquistato dalla squadra dell’Università degli Studi di Milano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dagli scavi in A4 è emersa un’imponente struttura di epoca romana

  • In arrivo forti rovesci e grandinate

  • Un etto di cocaina e 15 mila euro in contanti: 4 arresti

  • Bacaro chiuso 5 giorni per violazione delle norme anti-Covid

  • Dal primo giugno tutto il personale Actv torna in servizio

  • Casa del sesso in centro a Mestre: arrestata una donna

Torna su
VeneziaToday è in caricamento