Inaugurato a Venezia un nuovo centro per aiutare persone in difficoltà

L'Emporio della solidarietà, a Cannaregio, è la nuova struttura che distribuisce beni di prima necessità e servizi a chi si trova in una condizione economica disagiata

Taglio del nastro per l'Emporio della solidarietà, il nuovo centro di accoglienza, a Cannaregio, per persone in difficoltà. La nuova struttura si trova nei locali che ospitavano la portineria dell'ex ospedale Umberto I, a Sant'Alvise, ed è stata inaugurata alla presenza dell'assessore alla Coesione sociale Simone Venturini, l'assessore regionale ai Servizi sociali Manuela Lanzarin, il patriarca di Venezia Francesco Moraglia e la presidente dell'associazione Corte del Forner Anna Brondino, curatrice del progetto.

L'Emporio della solidarietà è un servizio pensato per venire incontro a chi si trova in una situazione di difficoltà economica con distribuzione non solo di beni primari come il cibo, ma anche di servizi finalizzati a costruire relazioni ed esperienze educative. Un centro, quello dell'Emporio, che diventa simbolo di solidarietà della città grazie alle diverse donazioni da parte di associazioni e di privati che con una colletta alimentare hanno raccolto tutti i prodotti presenti oggi nella struttura. 

I servizi sociali hanno certificato, finora, cinque famiglie in condizioni disagiate che potranno usufruire dei servizi dell'Emporio ma l'obiettivo del centro è quello di aiutare molte più persone. 

Orari

L'Emporio sarà aperto ogni giovedì, dalle ore 10.00 alle 12.00 e dalle 16.00 alle 19.00, sia per le famiglie autorizzate a farvi la spesa, sia per tutte le persone che vorranno portare qualcosa per aiutare a riempire gli scaffali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovata senza vita Bruna Basso, era scomparsa da mercoledì

  • Marea record, Venezia completamente sott'acqua

  • Il disastro dell'acqua alta: incendi e barche affondate, rive e edifici danneggiati

  • Diciotto chili di marijuana nell'officina, «titolare» in manette

  • Madre e figlio trovati morti a Venezia: sospetta intossicazione da monossido

  • Come "l'acqua granda" del 1966. Due morti a Pellestrina

Torna su
VeneziaToday è in caricamento