San Giuliano, progetto da 1,2 milioni per gli eventi: è corsa contro il tempo per l'estate

Il progetto esecutivo dovrebbe essere approvato entro dicembre. Obiettivo finire i lavori per l'estate e garantire la piena agibilità all'Home Festival

Un progetto definitivo che prevede la realizzazione di alcune strutture che potranno essere messe a servizio di grandi manifestazioni musicali e fieristiche. Prende forma il progetto di adeguamento del Parco San Giuliano di Mestre, che nel corso del prossimo mese di luglio dovrà ospitare una branchia dell'Home Festival di Treviso. L'obiettivo è quello di approvare il progetto esecutivo per poi mettere a gara i lavori, che avranno un importo complessivo di 1.237.857,08 euro e che si spera di concludere entro l’estate del 2019.

Strutture agili

Nello studio del progetto si è tenuto conto dei grandi eventi già ospitati nell'area verde qualche anno fa, in particolare l’Heineken Jammin' Festival e la visita del Papa, prevedendo delle zone da destinare alle forze dell’ordine, alla raccolta e smistamento degli spettatori e agli addetti ai lavori e artisti. «Il criterio di fondo che ha ispirato la progettazione si basa sulla volontà di organizzare gli spazi esistenti per lo svolgimento di importanti manifestazioni senza però andare ad intaccare la "fisionomia" del parco, il quale, al di fuori del periodo di durata delle manifestazioni stesse, manterrà l’aspetto attuale - spiega l’assessore ai Lavori pubblici Francesca Zaccariotto - Abbiamo pensato a strutture agili che rendano l’area attrezzabile in breve per lo svolgimento di eventi a carattere di spettacolo musicale o sportivo senza che queste attrezzature vadano poi ad incidere sulle strutture esistenti e sulla composizione del parco».

Il progetto

La zona del parcheggio adiacente al ponte ciclopedonale che arriva da viale San Marco sarà l’ambito in cui si concentreranno gli spettatori per poi passare attraverso una serie di controlli all’interno del parco e, successivamente, previo transito per tornelli, raggiungere l’area vera e propria dedicata al pubblico. La zona del parcheggio in prossimità degli spogliatoi del "Bacci", così come gli spogliatoi stessi e all’occorrenza anche il campo da calcio, saranno destinati alle forze dell’ordine in servizio per garantire la pubblica sicurezza. L’area che ospitrrà gli eventi sarà quella, all’interno del parco, detta “tamburello": completamente pianeggiante, di forma circolare, circondata per la maggior parte del perimetro da un ampio fossato/laghetto. Un luogo che meglio di qualsiasi altro si presta al progetto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Separazione tra stage e accesso al parco

«Una delle prime necessità, manifestate sia dai funzionari dell’Istituzione Ente Parchi che dagli organizzatori della Home Entertainment, che cureranno la manifestazione musicale in programma nel luglio del prossimo anno, è stata la realizzazione di una separazione fisica tra la zona adibita allo spettacolo e l’accesso al parco, al fine di evitare che le persone prive di biglietto possano liberamente accedere alla zona degli show - aggiunge Zaccariotto - Sarà quindi prevista una delimitazione per separare i due ambiti, mentre gli organizzatori avranno in carico di prevedere appositi e adeguati sistemi di sorveglianza degli accessi e dei confini perimetrali per scongiurare accessi non regolamentati. Saranno inoltre realizzate ulteriori infrastrutture che, al di fuori degli eventi, potranno essere utilizzate in altri modi come, ad esempio, la piastra».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gli aggiornamenti sul contagio in Veneto e in provincia la sera dell'1 aprile

  • I contagi e i pazienti coronavirus aggiornati a domenica sera

  • I dati aggiornati sui casi di coronavirus in provincia e nel Veneto

  • Ricoveri e decessi: gli aggiornamenti del 31 marzo sera

  • Pazienti ricoverati e tamponi positivi al coronavirus domenica

  • Coronavirus, i dati aggiornati del 26 marzo

Torna su
VeneziaToday è in caricamento