Pellestrina, ci sono i soldi per i centri sportivi e i marciapiedi

La giunta comunale ha stanziato 200 mila euro

Pellestrina

La giunta comunale ha stanziato 200 mila euro per le manutenzioni dei campi sportivi e per l’asfaltatura di strade a Pellestrina, su proposta dell’assessore ai Lavori pubblici Francesca Zaccariotto.

Le delibere

Due le delibere: la prima riguarda la manutenzione, per un importo di 100 mila euro, del campo sportivo Don Olinto Marella di Pellestrina e il rifacimento dei marciapiedi interni e dei percorsi di collegamento fra i vari ambiti sportivi. La seconda riguarda interventi di asfaltatura straordinaria di alcuni tratti di strada comunale dei Murazzi, a Pellestrina, e in particolare il tratto di Santa Maria del Mare, San Pietro in Volta, Portosecco e quello di Pellestrina fronte scuola Loredan. L’intervento, del valore complessivo di 100 mila euro, riguarderà, nel suo complesso, quasi 2.500 metri quadrati di superficie stradale che saranno risanati a seconda dello stato di degrado del manto stradale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I lavori

«Stiamo facendo di Pellestrina e San Pietro in Volta un luogo sempre più decoroso  - commenta il consigliere delegato alle isole Alessandro Scarpa 'Marta' -. Si tratta di due importanti interventi ai quali se ne aggiungeranno altri nell'immediato futuro, in particolare dopo l'approvazione della prossima variazione di bilancio dove sono previste le risorse per gli impianti del campo sportivo Corrado Ballarin di San Piero in Volta. Dal 2015 ad oggi molti interventi sono stati realizzati. Manutenzione dei murazzi, pulizia delle spiagge, sistemazione dei due centri sportivi e, a breve ristrutturazione della scuola materna Cagnaccio, dei due chioschi agli imbarcaderi, della piazzola per far atterrare l’elisoccorso, fino all'acquisto dei bus elettrici che rispetteranno l’ambiente e il silenzio dell’isola».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: la mascherina non sarà più sempre obbligatoria

  • «Ha fotografato le mie bimbe in vaporetto»: nel telefono la polizia trova decine di foto di minori

  • Bacaro chiuso 5 giorni per violazione delle norme anti-Covid

  • Ecco i divieti che resteranno in vigore anche dopo il 3 giugno

  • Coda verso Venezia al mattino. Pressione sui mezzi nel corso della giornata

  • Incendio ad un'azienda agricola in Riviera

Torna su
VeneziaToday è in caricamento