Le nuove mani giganti di Lorenzo Quinn sono esposte a Forte Marghera

A molti tornerà in mente l'installazione che era stata collocata in canal Grande, a Ca' Sagredo. L'opera è arrivata a Mestre nella notte, inaugurazione il 31 ottobre

Il successo di "Support", le mani che sorreggevano Ca' Sagredo, era stato planetario. La nuova opera di Lorenzo Quinn si chiama invece "Stop playing", si trova a Forte Marghera, a Mestre, e l'artista ha deciso di donarla alla città. A comunicarlo è il sindaco Luigi Brugnaro, il quale martedì ha salutato l'arrivo della nuova creazione dello scultore italiano.

Anche in questo caso, come nella celebre installazione collocata lo scorso anno in canal Grande, l'opera raffigura delle mani giganti: stavolta però il gesto è un altro, ovvero l'atto di scagliare una sfera con una fionda. «È arrivata stanotte - spiega Brugnaro - Grazie a Lorenzo Quinn per averla donata al Comune di Venezia». L'inaugurazione è fissata per il 31 ottobre.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Cinzia tornava dal lavoro, poi lo schianto: «Una ragazza dolcissima»

  • Cronaca

    Guasto ad un freezer nel garage, abitazione in fiamme a Noale

  • Cronaca

    Cerca di smontare una Harley per rubarla: ladro scoperto dai residenti e arrestato

  • Meteo

    Buongiorno, inverno: anche in laguna arrivano freddo e rischio gelo

I più letti della settimana

  • Raffica di furti in appartamento: case a soqquadro, ladri in fuga con denaro e ori

  • Controlli Ulss3, chiuso il ristorante Venexian di Mirano: «A breve riapriamo»

  • Investito da un'auto in corsa, muore a 27 anni

  • Morto Federico Scantamburlo: il bimbo di 9 anni stroncato dalla leucemia

  • Felice Maniero su Kings of crime: Saviano intervista i più grandi criminali d'Italia

  • Rapine, armi, omicidi. Maniero si racconta a Saviano. «Temo la vendetta dei miei compagni»

Torna su
VeneziaToday è in caricamento