Le nuove mani giganti di Lorenzo Quinn sono esposte a Forte Marghera

A molti tornerà in mente l'installazione che era stata collocata in canal Grande, a Ca' Sagredo. L'opera è arrivata a Mestre nella notte, inaugurazione il 31 ottobre

Il successo di "Support", le mani che sorreggevano Ca' Sagredo, era stato planetario. La nuova opera di Lorenzo Quinn si chiama invece "Stop playing", si trova a Forte Marghera, a Mestre, e l'artista ha deciso di donarla alla città. A comunicarlo è il sindaco Luigi Brugnaro, il quale martedì ha salutato l'arrivo della nuova creazione dello scultore italiano.

Anche in questo caso, come nella celebre installazione collocata lo scorso anno in canal Grande, l'opera raffigura delle mani giganti: stavolta però il gesto è un altro, ovvero l'atto di scagliare una sfera con una fionda. «È arrivata stanotte - spiega Brugnaro - Grazie a Lorenzo Quinn per averla donata al Comune di Venezia». L'inaugurazione è fissata per il 31 ottobre.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Omicidio a Castello: la coltellata, il cartello sulla porta e la chiamata della badante | VIDEO

  • Cronaca

    Pattugliamenti nelle zone della "movida" veneziana

  • Cronaca

    Riciclaggio di denaro sporco: uno strudel manda in fumo 40mila euro nascosti nel forno

  • Cronaca

    Rapinano una libreria: arrestate due donne

I più letti della settimana

  • Schianto tra auto e tram sul ponte della Libertà, traffico bloccato a piazzale Roma

  • Omicidio a Venezia: anziano uccide la moglie con una coltellata

  • Trovato il corpo senza vita di Alex Gerolin

  • Attenzione all'esodo di Pasqua: le previsioni del traffico in autostrada

  • Si sente male in piscina, 19enne muore in ospedale

  • Scomparso da giorni, ammette: «Ero fuggito per debiti di droga»

Torna su
VeneziaToday è in caricamento