Il dottor Massimo Girotto è il nuovo direttore dell'ospedale Civile di Venezia

Si tratta di un ritorno: aveva già diretto l'ospedale tra il 2003 ed il 2005

Il dottor Girotto (dx) con il dg dell'Ulss 3 Dal Ben

E' tornato a dirigere l’Ospedale Civile di Venezia - che già gli era stato affidato tra il 2003 e il 2005 - portando con sé una vasta esperienza in ogni ambito della gestione sanitaria: è il dottor Massimo Girotto, nuovo direttore del Santi Giovanni e Paolo.

La sua esperienza

Classe 1960, il dottor Girotto si è specializzato in Igiene e Medicina Preventiva all’Università di Verona. Da allora ha lavorato in molti dei settori cruciali della sanità pubblica: all’inizio della carriera è stato dirigente medico di Pronto Soccorso, ad Asiago; è passato poi nella organizzazione territoriale della sanità a Padova, operando come dirigente nei Distretti dell’allora Ulss 16; una nuova esperienza lo ha portato a lavorare nello staff di una direzione sanitaria, quella dell’Azienda di Trento. In seguito il dottor Girotto fa il suo primo ingresso nei ranghi dell’Azienda sanitaria veneziana: prima una breve esperienza come direttore medico all’ospedale Umberto I di Mestre, e infine la direzione del Santi Giovanni e Paolo, che guida dal 2003 al 2005. “Quella compiuta a Venezia è stata senza dubbio – spiega il dottor Girotto – tra le esperienze più arricchenti. Lasciato il Civile ho compiuto negli anni più recenti altri due ruoli che hanno completato la mia formazione professionale: la direzione dell’Ospedale dell’Azienda Ospedaliera di Padova e infine l’incarico nella Direzione del Distretto sanitario di Udine”.

Un ritorno

Il dottor Girotto rientra al Santi Giovanni e Paolo, dopo essersi aggiudicato il relativo concorso, subentrando alla dottoressa Lorena Sandonà, che ha lasciato l’attività dirigenziale. “Ho trovato un Ospedale fortemente rinnovato. E non mi riferisco solo – spiega – alla realizzazione del Padiglione Jona, del nuovo Centro Prelievi, dei servizi CUP, del Pronto Soccorso rinnovato. Rispetto alla mia precedente esperienza, mi sembra particolarmente significativo come si sia riusciti a separare intelligentemente le funzioni all’interno del complesso ospedaliero, concentrando quelle sanitarie in spazi nuovi e adeguati, e contemporaneamente recuperando i grandi e preziosi spazi antichi: ora la degenza al Civile è elevata ad uno standard degno di questa città, e contemporaneamente si è semplificato il lavoro dei medici e degli infermieri”.

“Ritroviamo con il dottor Girotto un dirigente dalla grande esperienza e dalla grande umanità - spiega il dg Giuseppe Dal Ben - a cui l’azienda sanitaria affida, oltre al governo complessivo dell’ospedale, anche alcuni ‘mandati’ speciali: ad esempio quello di far crescere il Civile quanto alla gestione dei trasporti da e per l’ospedale, al miglioramento dei tempi di degenza media, ad un nuovo e più efficace rapporto tra l’Ospedale e la sanità territoriale, prima e dopo il ricovero”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovato morto a 17 anni: sospetta overdose da psicofarmaci

  • Due casi di overdose in poche ore a Mestre, morto un 24enne

  • Un bambino sparito dopo scuola è stato ritrovato dopo ore di ricerche

  • Tour fotografico nella ex Sirma, fabbrica abbandonata a Porto Marghera

  • Il sindaco Brugnaro risponde alle polemiche di Celentano: «L'ho invitato qui»

  • Trovato il corpo senza vita di Paolo Tramontini

Torna su
VeneziaToday è in caricamento