Ciclabili e trasporto pubblico: Mestre pensa a un piano decennale di mobilità sostenibile

In occasione della settimana della mobilità, dal 16 al 22 settembre, sono in programma anche incontri con scuole e aziende per elaborare sistemi alternativi di spostamenti per i pendolari. E poi esposizioni, eventi e biciclettate

Si chiama Pums, piano urbano di mobilità sostenibile, ed è l'insieme delle iniziative a lungo termine pensate per dare una svolta agli spostamenti in città. Il Comune di Venezia lo avvierà nel corso della "mobility week", dal 16 al 22 settembre, cercando di tracciare gli obiettivi strategici da qui al 2030. Il primo passo è la convocazione di quattro tavoli tecnici con le varie categorie interessate. Spiega Luca Battistella, consigliere delegato alla Smart city: «Verranno ascoltati i rappresentanti di categoria, dei servizi per la città, delle scuole, delle aziende, dei trasportatori e le associazioni locali. Obiettivo è costruire assieme il quadro dei bisogni e delle aspettative di chi si sposta per andare al lavoro, a scuola, per il trasporto delle merci, per le emergenze o per il tempo libero». Anche i semplici cittadini possono esprimere il proprio parere (vedi ultimo paragrafo).

Car sharing

Con l'occasione della settimana europea della mobilità, l'amministrazione ha fatto il punto su quanto già intrapreso in tema di mobilità sostenibile e sui progetti futuri. L'assessore alla Mobilità, Renato Boraso, ricorda: «Il primo servizio di car sharing ibrido in Italia è stato introdotto nel giugno del 2018 a Venezia: a un anno dalla sua apertura, registra risultati straordinari in termini di abbattimento delle emissioni inquinanti. Attualmente ci sono 3mila iscritti, e circa 8mila sono stati i noleggi registrati nel primo anno di vita del servizio».

Piste ciclabili

Poi c'è il tema delle piste ciclabili. L'assessore ai Lavori pubblici, Francesca Zaccariotto, spiega: «Sono stati fatti grossi investimenti: basta transitare lungo la pista di via Altinia per rendersene conto, oppure pedalare lungo la nuova pista dell’ex ferrovia della Valsugana». Negli ultimi quattro anni la già vasta rete ciclabile della terraferma veneziana è stata ulteriormente incrementata: 12mila metri di nuovi percorsi, tutti illuminati e collegati tra loro. Negli ultimi giorni Zaccariotto ha effettuato un sopralluogo nei cantieri della nuova pista di via Padre Giuliani e di quella davanti a Forte Marghera. «Il nuovo itinerario tra via Torino e il parco San Giuliano - ha detto - permetterà a studenti e lavoratori di via Torino di raggiungere Forte Marghera o San Giuliano in 5 minuti di bici e, viceversa, a tutti i veneziani di scendere dal tram e arrivare nello stesso tempo al forte e in un quarto d’ora all’università. Oltre a questi interventi - conclude l'assessore - possiamo contare su altri 30 chilometri di nuove piste ciclabili, che in totale raggiungeranno i 182 chilometri».

Eventi in centro a Mestre

Durante i sette giorni della manifestazione è in programma un nutrito calendario di appuntamenti: ci sono laboratori per bambini al Candiani nei pomeriggi di martedì 17 e giovedì 19 settembre, mentre nel fine settimana sarà allestita in centro, nell'area di via Poerio, una "festa della mobilità leggera" (vedi la mappa), un’occasione per provare monopattini, biciclette elettriche e biciclette cargo, trike, bighe e monoruota, auto ibride. Nel chiostro e in altre aree dell'M9 saranno organizzati nel weekend laboratori creativi e la polizia locale sarà a disposizione sabato 21 per un’attività di educazione stradale per bambini.

Pedalate in città

Sono in programma quattro pedalate collettive: nella mattinata di mercoledì 18, Iuav organizza la biciclettata #BiketoWork lungo un percorso sperimentale per i pendolari e gli studenti da Mestre a Venezia. Venerdì pomeriggio, dalle 17.30, una biciclettata con tappe musicali e gastronomiche partirà da via Poerio con destinazione Villa Franchin a Carpenedo e transito per la pista di pumptrack, ovvero un circuito di avviamento alla MTB allestito in piazzale Donatori di Sangue. Lì tutti potranno sperimentare saliscendi e curve paraboliche, con le biciclette messe a disposizione per l’occasione. Sabato 21, l’M9, in collaborazione con l’associazione Fiab di Mestre, ha previsto una biciclettata alla scoperta dei luoghi del ‘900 nella terraferma veneziana, con contenuti storico/culturali. Domenica 22, infine, le associazioni Fiab Mestre e Cicloliberi organizzano, sempre in collaborazione con il Comune, una biciclettata su due percorsi (uno più breve, l'altro più lungo) sulla nuova pista ciclabile della Valsugana realizzata lungo l’ex linea ferroviaria Mestre-Trento, con partenza da via Miranese e primo punto di arrivo ad Asseggiano. Il secondo "traguardo" sarà a Trebaseleghe per poi intercettare la ciclabile Ostiglia.

Questionario online per i cittadini

La festa della mobilità leggera sarà l’occasione anche per lanciare un questionario online sulle abitudini di mobilità dei residenti del Comune di Venezia, uno strumento per migliorare la conoscenza capillare dei bisogni di mobilità dei cittadini del territorio metropolitano. I risultati dell'indagine, che resterà attiva per 30 giorni, costituiranno uno degli strumenti a disposizione della società di ingegneria incaricata dal Comune per redigere il Pums. Battistella ha assicurato che si tratta di uno strumento di pianificazione che sarà realizzato concretamente. La compilazione del questionario sarà disponibile nei prossimi giorni a questo link.

Percorsi casa-scuola-lavoro

I finanziamenti del ministero dell'Ambiente hanno permesso di attuare il progetto "Venezia in classe A" dedicato alla mobilità sostenibile casa-scuola e casa-lavoro. Sono stati attivati percorsi partecipativi con scuole primarie del Comune e con enti/aziende per rendere più sostenibili i percorsi sistematici, sia quelli necessari ad andare a scuola sia quelli per raggiungere il posto di lavoro. Più di 20 aziende sono state coinvolte per redigere piani di spostamenti e mettere in atto misure per ridurre il numero di auto che raggiungono le sedi di lavoro. A breve sarà pubblicato un bando rivolto alle aziende per il cofinanziamento delle misure volte all’incentivazione della mobilità sostenibile. Sono state inoltre studiate le esigenze e le criticità sui percorsi esistenti per individuare azioni e infrastrutture adeguate a renderli più sicuri.

mobility week 02-2

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Venezia usa la nostra Partner App gratuita !

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tacco11 della famiglia di Federica Pellegrini nel nuovo hotel a 5 stelle di Jesolo

  • Sorpreso con un trans, paga subito la multa: «Ma non ditelo a mia moglie» ​

  • Donna trovata morta sugli scogli, è una signora di Noale

  • L'Auchan passa a Conad. Sciopero e presidio a Mestre

  • Violenta collisione in serata, perde la vita un 53enne di San Stino

  • Barca finisce in secca, volo dell'elicottero per recuperare quattro persone

Torna su
VeneziaToday è in caricamento