Musolino: «La legge parla chiaro, i porti italiani restano aperti»

Il presidente del porto di Venezia ricorda che il soccorso di persone in mare è un obbligo e che il ministero dell'Interno non può vietare l'ingresso delle navi. Replica di Toninelli

Pino Musolino

«Sotto il profilo squisitamente tecnico i porti italiani non sono chiusi». Lo ha ricordato il presidente dell'Autorità portuale di Venezia, Pino Musolino, intervenendo sul tema dell'accoglienza dei migranti. «Avendo visto una rilevanza senza precedenti della parola “porti” sulle prime pagine dei giornali di questi ultimi giorni - ha scritto - mi sono sentito in dovere di verificare alcuni aspetti tecnici della questione dei cosiddetti “porti chiusi”». La conclusione? «Non esiste un decreto del Mit (ministero delle Infrastrutture e trasporti) che chiuda, per motivi di ordine pubblico (comprovato, attuale e imminente) i porti italiani». E «il ministero dell’Interno può vietare lo sbarco di passeggeri, non l’ingresso né l’approdo di navi nei porti, competenza riservata dalla legge esclusivamente al Mit».

Porti aperti fino a nuovo ordine

Semmai è contro le leggi non soccorrere eventuali persone in difficoltà. «A norma dell’articolo 1113 del codice della navigazione - continua Musolino - esistono profili di rilevanza penale nel caso di omissione di soccorso in mare». E questo «a carico dei privati, figuriamoci a carico di un soggetto pubblico». «In sintesi - conclude - in assenza di uno strumento giuridico concreto (il decreto del Mit) i porti italiani non si possono chiudere. Quindi in questo momento, in carenza di un provvedimento a norma di legge, i porti italiani restano aperti!». Sul tema, il ministro ai Trasporti Danilo Toninelli ha scritto: «Nessuna Autorità di sistema portuale italiana può arrogarsi prerogative che travalicano le sue funzioni amministrative. Darò mandato alle strutture del mio ministero di valutare eventuali accertamenti di natura disciplinare».

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Vorrei sapere perché quando c era Renzi tutti obbedivano, ora tutti contro la legge, anarchici e rivoluzionari.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Calci e pugni per i soldi: sedicenne assalito da un gruppo di coetanei

  • Cronaca

    Non versa le imposte di soggiorno per 5 anni: danno al comune da 120mila euro

  • Cronaca

    Sulle liste d'attesa l'Ulss 3 ribadisce: «Utenti mai danneggiati»

  • Attualità

    Telecamere per la Ztl bus del Tronchetto

I più letti della settimana

  • Tragedia a Spinea: si toglie la vita lanciandosi nel vuoto

  • Scossa di terremoto poco dopo la mezzanotte avvertita nel Veneziano

  • È morta Sissy Trovato Mazza: «Chi l'amava non ha mai creduto al suicidio»

  • Sciopero in vista: il personale di Trenitalia incrocia le braccia

  • A fuoco ristorante pizzeria: locale distrutto dalle fiamme

  • Bambina di undici anni rapinata in via Cappuccina

Torna su
VeneziaToday è in caricamento