Infezioni batteriche post interventi cardiochirurgici: attivo un numero per info

L’Ulss 3 oltre ad aver già messo in atto precauzioni nelle proprie sale operatorie per tutelare i pazienti potenzialmente esposti alla Mycobacterium Chimaera, risponde alle richieste dei cittadini

Foto: intervento chirurgico, immagine d'archivio

 L’Ulss 3 Serenissima si è attivata, secondo il principio della massima precauzione e coerentemente con gli indirizzi regionali, per la presa in carico dei pazienti sottoposti a interventi operatori di cardiochirurgia, potenzialmente esposti ad infezione da Mycobacterium Chimaera. Ora ha attivato un numero telefonico dedicato (041.9659550) a cui possono rivolgersi gli utenti interessati ad avere informazioni.

«Già nel 2015, a seguito della prima comunicazione della ditta produttrice della strumentazione da cui origina il problema – spiega il primario di Cardiochirurgia Domenico Mangino – il nostro reparto ha ottemperato a tutte le indicazioni e a tutte le procedure per garantirne la disinfezione. Nel dicembre scorso la macchina è stata completamente sigillata, con un procedimento indicato che impedisce la possibilità di infezione al paziente. Già nell’ottobre scorso, infine la strumentazione è stata collocata all’esterno della sala operatoria: si è data così attuazione alla condizione estrema di sicurezza, a piena garanzia degli interventi che effettuiamo».

Sicurezza

Tutti i pazienti che si sono presentati con sintomi che avrebbero potuto essere ricondotti all’infezione da Mycobacterium Chimaera sono stati visitati, e in nessun caso è stata rilevata l’infezione: «Operiamo quindi con tutte le garanzia di sicurezza – dice il primario – e quanto al passato possiamo confermiamo che ad oggi nessun paziente operato presso la nostra Cardiochirurgia pervenuto successivamente alla nostra attenzione per patologie di origine infettiva (endocarditi su protesi valvolari, ascessi perianulari, aortiti) è risultato positivo al Mycobacterium Chimaera».

Domande

Per le necessità dell’utenza relativamente ad informazioni, valutazione ed eventuale presa in carico, è attivo un numero telefonico dedicato, lo 041.9659550, al quale risponde un operatore sanitario nella direzione sanitaria dell’ospedale dell’Angelo, tutti i giorni dal lunedì al venerdì, dalle 11.30 alle 13.30. «Ricordiamo agli utenti – sottolinea il dottor Mangino – che se non sono presenti particolari disturbi non è necessario né utile eseguire alcuna visita o accertamento, dato che in assenza di sintomi non esistono test in grado di prevedere l’insorgenza di malattia».

Potrebbe interessarti

  • Lenzuola: ogni quanto vanno cambiate e perché

  • Micosi alle unghie: i rimedi fai da te

  • I consigli per una lavastoviglie pulita e senza cattivi odori

  • Moscerini della frutta: come eliminarli dalla propria cucina

I più letti della settimana

  • Schianto frontale tra un'auto e un autobus: due morti e feriti gravi sulla Triestina

  • Lenzuola: ogni quanto vanno cambiate e perché

  • Si sente male e muore in spiaggia a Jesolo

  • Auto fuori strada finisce nel canale, perde la vita un 23enne

  • A Mirano una raccolta fondi per la famiglia di Andrei e Ana Maria

  • Sabato i funerali di Riccardo Mian. A breve una perizia sull'incidente

Torna su
VeneziaToday è in caricamento