Romano si porta a casa il ricordo più bello: la panchina su cui è nato l'amore con Cornelia

Lui, di Marcon, ha chiesto e ottenuto dal Comune di Villorba la possibilità di portarsela via. In cambio ne ha messa una nuova. "Così potremo rivivere quei momenti a casa nostra"

Sulla panchina è sbocciato l'amore, un ricordo così bello che lui ha voluto portarselo a casa. E' la storia di Romano De Marchi, impiegato di 47 anni residente a Marcon, che per coronare il suo sogno ha scritto al sindaco di Villorba (Treviso): "Due mesi fa è giunta una lettera in Comune - racconta il primo cittadino del paese trevigiano, Marco Serena - Un cittadino di Marcon ci chiedeva la possibilità di sostituire una panchina di piazza Aldo Moro, a Carità di Villorba, con una nuova, e che avrebbe pensato lui a tutto. Il motivo? Vi era legato affettivamente, perché lì seduto aveva parlato per ore con colei che ora è la sua compagna. Se Cupido aleggia in piazza, non desideravo di certo ostacolarlo, e così ho dato parere favorevole allo scambio delle panchine che è avvenuto oggi".

L'amore dalla rete alla realtà

"Sono davvero felice che il sindaco abbia accettato la mia proposta - commenta De Marchi - Così potrò rivivere insieme con la mia compagna, ogni sera, nel giardino di casa, quel 26 ottobre 2016, quando decidemmo di incontrarci di persona dopo esserci frequentati in internet per mezzo di una chat. Cornelia, così si chiama la mia compagna, abitava a Spresiano e mi diede il primo appuntamento qui vicino alla piazza, davanti alle Poste. Poi, dopo una lunga camminata, decidemmo di sederci su questa panchina. Lì seduti parlammo tutta la sera riscontrando che le affinità virtuali erano anche reali. Quella magia e quella panchina, unica per noi, desideravamo davvero custodirle. Grazie ancora Villorba".

Potrebbe interessarti

  • Zenzero: è davvero un alleato per la nostra salute?

  • Temporali estivi: come proteggersi per evitare rischi

  • Festa del Redentore: i migliori punti da cui ammirare i fuochi

  • Forfora: da cosa è causata e come si combatte

I più letti della settimana

  • Auto contro un platano, morto un 28enne

  • La tragedia di Jesolo: quattro giovani vite spezzate, indagini su un presunto speronatore

  • Quattro giovani hanno perso la vita in un gravissimo incidente a Jesolo

  • I funerali di Eleonora, Leonardo, Riccardo e Giovanni allo stadio di Musile

  • Grandine come palline da ping pong, attimi di preoccupazione

  • Il papà di Giorgia, unica superstite nello schianto di Jesolo: «Come aver perso figli miei»

Torna su
VeneziaToday è in caricamento