Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le poesie dei bambini internati nel lager di Terezìn diventano un'opera lirica | VIDEO

L'autore e compositore di "Lied Ohne Worte" Claudio Ambrosini ha unito le parole dei bambini deportati ai testi di Beethoven e Schiller

 

È stato presentato questo pomeriggio, all'Ikona Gallery di Venezia, il videoconcerto dell'opera Lied Ohne Worte (Canto senza parole), composta da Claudio Ambrosini. L'autore ha creato una potente opera lirica unendo le poesie dei bambini internati nel campo di concentramento di Terezìn ai testi di Beethoven e Schiller. La grande capacità comunicativa viene garantita anche dalle voci del soprano Sonia Visentin e del Coro del Conservatorio Pollini di Padova, sostenute dalle note al pianoforte di Aldo Orvieto. La prima esecuzione assoluta di Lied Ohne Worte avvenne al Teatro Malibran di Venezia nel 2004. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
VeneziaToday è in caricamento