Pink Fire, il progetto sportivo per la riabilitazione delle donne operate al seno

Promosso dalla Lilt, è stato presentato questa mattina all'ospedale dell'Angelo. Basato su un approccio multidisciplinare, garantisce un percorso riabilitativo sportivo

È stato presentato questa mattina all'ospedale dell'Angelo di Mestre il progetto potenziato di pratica sportiva per le donne operate al seno, promosso dalla sezione veneziana della Lilt, in collaborazione con il Canoa club Mestre asd, la Breast Cancer Unit dell'Ulss 3, i reparti di Fisioterapia, Medicina dello Sport e dell'esercizio fisico dell'azienda sanitaria locale.

Un approccio multidisciplinare

Si tratta di un progetto innovativo, perché basato su un approccio multidisciplinare, che consentirà alle donne operate al seno di praticare gli sport con la pagaia, tra cui il dragon boat. Dopo l’intervento chirurgico, oggi praticato con tecniche sempre meno invasive, le pazienti saranno visitate prima da un fisiatra, che ne valuterà l’idoneità nel processo riabilitativo, e poi da uno specialista in Medicina dello sport, che le seguirà fino al momento della completa ripresa funzionale.

Il percorso riabilitativo

Se i controlli daranno esito positivo, le donne operate al seno potranno iniziare la preparazione atletica sia in palestra che in piscina, grazie alla collaborazione tecnica della Serenissima Nuoto, per il nuoto adattato, e del Club Sommozzatori Mestre, per le tecniche respiratorie e il rilassamento per apnea. Alla fine del percorso potranno infine iniziare la pratica sportiva al Canoa Club di Mestre, dove saranno seguite da istruttori federali specializzati nel settore della  disabilità. I progressi e le eventuali difficoltà saranno registrati sulle personali schede clinico/sportive di ciascuna paziente, per poter adattare il programma di riabilitazione in base alle specifiche esigenze.

L'importanza della sensibilizzazione

«Un progetto importante - ha commentato la presidente del consiglio comunale Ermelinda Damiano - che grazie al lavoro in sinergia tra varie realtà contribuisce ulteriormente a migliorare la qualità di vita delle donne operate al seno. Un'attività di riabilitazione che si affianca alle numerose iniziative di sensibilizzazione per la prevenzione del tumore al seno alle quali come comune di Venezia lavoriamo da tempo, non solo in occasione di "Ottobre Rosa", ma anche nell’arco di tutto l’anno».

Potrebbe interessarti

  • Lenzuola: ogni quanto vanno cambiate e perché

  • I consigli per una lavastoviglie pulita e senza cattivi odori

  • Micosi alle unghie: i rimedi fai da te

  • Moscerini della frutta: come eliminarli dalla propria cucina

I più letti della settimana

  • Schianto frontale tra un'auto e un autobus: due morti e feriti gravi sulla Triestina

  • Auto fuori strada finisce nel canale, perde la vita un 23enne

  • Lenzuola: ogni quanto vanno cambiate e perché

  • Si sente male e muore in spiaggia a Jesolo

  • Fuori strada in moto, morto un ragazzo

  • Malore improvviso, muore un ragazzo di 17 anni

Torna su
VeneziaToday è in caricamento