Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Venis Cruise di De Piccoli Duferco: «Le crociere in laguna nel rispetto della legge»

Martedì Cesare De Piccoli e la Duferco Engineering hanno presentato in un dibattito pubblico il progetto Venis Cruise 2.0: «Il governo deve sapere che la nostra è l'unica alternativa che ha ottenuto la Via per la sostenibilità di tutto l'ambiente lagunare»

 

Il giorno dopo la visita del viceministro delle Infrastrutture Edoardo Rixi a Venezia, e la discussione sul Mose, la crocieristica e il porto, Duferco Engineering ripropone in un dibattito pubblico il progetto Duferco De Piccoli per lo spostamento della crocieristica alla bocca di porto del Lido. Il piano, alternativo al Contorta e al canale dei Petroli, ha ottenuto il parere Via (valutazione di impatto ambientale), ma è stato lasciato da parte dopo il Comitatone del governo Renzi, con l'attenzione rivolta al transito delle grandi navi lungo il canale Vittorio Emanuele e, per una parte di queste, lungo appunto il canale Malamocco-Marghera (detto dei Petroli). «L'Autorità portuale dovrebbe preferire questa soluzione - spiega De Piccoli - in quanto già coerente con quanto previsto dal decreto Clini Passera. Inoltre quando parliamo del canale di Malamocco non parliamo di un'area già compresa all'interno del porto, e che perciò dovrebbe essere acquistata, fatta rientrare nel piano regolatore, con una modifica dello stesso, e poi predisposta al transito delle navi dentro Porto Marghera. Ma è davvero possibile e quanto tempo richiede tutto questo? Il nostro progetto è l'unico fattibile». E sul Cavallino Treporti, dice De Piccoli: «Andremo a parlare con la comunità».

Potrebbe Interessarti

Torna su
VeneziaToday è in caricamento