«Plateatici senza costi né vincoli per negozi, bar e ristoranti»: la proposta di Confesercenti

Sarebbe un provvedimento utile per il rilancio delle attività: appello ai sindaci

Piazza Ferretto a Mestre

Ora che anche nel decreto "rilancio" si pone l'attenzione sull'ampliamento dei plateatici per la fase 2, Confesercenti Venezia rilancia la questione non solo per i bar e ristoranti, ma anche per i negozi. «Chiediamo - dice il direttore Maurizio Franceschi - di favorire al massimo l’utilizzo degli spazi antistanti le attività economiche, con l’unico limite del rispetto delle norme di sicurezza e dei flussi pedonali. Il nostro appello prende ancora più forza visto che è tra le strategie di rilancio annunciate nel decreto in corso di approvazione: le competenze per i plateatici sono comunali, dunque ci rivolgiamo nuovamente ai sindaci perchè mettano in campo modalità rapide e semplificate per la presentazione delle istanze di nuova concessione e/o di ampliamento delle concessioni esistenti, accompagnata dall’esonero delle tariffe Cosap».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Deroghe ai vincoli

Un provvedimento di questo tipo, secondo Confesercenti, significherebbe un aiuto concreto ad un buon numero di imprese sia del commercio che della somministrazione, oggi in grave difficoltà. «Non solo dunque per bar e ristoranti, ma anche per gli altri negozi delle nostre città che lo richiedano, andando in deroga ai vincoli dettati dalla sovrintendenza nei centri storici e, per esempio, dei "pianini" per la città di Venezia - conclude Franceschi -  In questo scenario, dove per le piccole imprese si registra la peggiore crisi e riduzione delle vendite della storia repubblicana, più nera anche del biennio orribile 2012-2013, è indispensabile introdurre subito sostegni mirati alle attività economiche e al commercio di vicinato».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: la mascherina non sarà più sempre obbligatoria

  • Dagli scavi in A4 è emersa un’imponente struttura di epoca romana

  • Bacaro chiuso 5 giorni per violazione delle norme anti-Covid

  • Coda verso Venezia al mattino. Pressione sui mezzi nel corso della giornata

  • Incendio ad un'azienda agricola in Riviera

  • Dal primo giugno tutto il personale Actv torna in servizio

Torna su
VeneziaToday è in caricamento