I punti di primo intervento di Cavallino e Caorle aperti anche d'inverno

Approvato dal presidente Zaia il piano di potenziamento per le strutture di emergenza del litorale: saranno aperte tutto l'anno

L'inaugurazione del punto di primo intervento a Cavallino, avvenuta nel 2018

I punti di primo intervento di Cavallino e di Caorle saranno aperti tutto l’anno, con presenza di personale medico e mezzi di soccorso per le urgenze-emergenze. Nel periodo invernale l’attività sarà svolta nelle 12 ore giornaliere; nel periodo estivo verrà ampliata nelle 24 ore con l’incremento di mezzi, personale medico, infermieristico ed amministrativo/interprete, come previsto nella consueta organizzazione stagionale. 

Il segretario regionale dell’area Sanità e Sociale, Domenico Mantoan, lunedì scorso ha comunicato formalmente il recepimento del piano di potenziamento per strutture d’urgenza-emergenza del litorale come proposto dall’Ulss4. In questi giorni il direttore generale Carlo Bramezza ha dato avvio all’iter per il reclutamento del personale e procedere quindi, nell’immediato, all’apertura dei due PPI.  Il piano di potenziamento delle strutture di urgenza-emergenza del litorale è una vera e propria novità in questa azienda sanitaria e in particolare per le due località balneari, le quali nel periodo invernale mantengono una popolazione stanziale di circa 12 mila persone. In considerazione di tali realtà, e considerato che i bisogni di interventi in emergenza in questi ambiti non sono paragonabili ad ambiti territoriali ben più popolosi, il governatore del Veneto Luca Zaia ha comunque voluto garantire ai residenti uno standard di assistenza medico-sanitaria elevato, in linea con l’organizzazione regionale. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A Cavallino lo scorso 2 luglio era stato lo stesso presidente Zaia a inaugurare il primo Punto di Primo della località, realizzato in tempi da record dall’Uss4 che dall’1 gennaio 2018 ha competenza anche in questo territorio. Per quanto riguarda Caorle, la struttura che ospita il distretto sociosanitario, il PPI, ambulatori medici, è stata inaugurata nel 2010. In questo caso il Punto di Primo Intervento ritornerà a breve ad essere attivo 12 mesi all’anno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sorpresi a fare sesso in strada, multa di 20mila euro

  • Centri autorizzati assistenza fiscale (Caaf) e Caf: indirizzi delle sedi a Venezia

  • "Reato di procurato allarme": presentato un esposto contro il presidente Luca Zaia

  • Controlli più restrittivi su chi torna da fuori Europa: la nuova ordinanza regionale

  • Picchia il compagno in palestra e lo minaccia di morte con un coltello, denunciata

  • Ratti e scarsa igiene: chiuso ristorante etnico di Dolo

Torna su
VeneziaToday è in caricamento