Rifiuti, la rivoluzione del porta a porta arriva anche a Castello: "Più igiene e differenziata"

Il nuovo sistema di raccolta scatterà l'8 maggio. Dal 23 via alla campagna informativa, con volantini in più lingue. Interessate 12mila utenze, stesse modalità degli altri sestieri

Porta a porta, in centro storico si chiude il cerchio. L'ultimo tassello per importare il nuovo sistema di raccolta rifiuti (con il ritorno dell'addetto Veritas che "suona il campanello") sarà il sestiere di Castello, dove dall'8 maggio, secondo una nota del Comune, partirà il porta a porta. Lunedì 23 aprile al via la campagna informativa di Veritas, che annuncia e illustra le nuove modalità di raccolta porta a porta.

Dodicimila le utenze interessate

"Saranno 12mila gli utenti, domestici (9mila) e non (3mila), pari alle utenze Tari, ai quali la prossima settimana verrà recapitato un pieghevole in italiano e uno in inglese su cui si illustreranno le nuove modalità di raccolta - spiega Massimiliano De Martin, assessore all'Ambiente - Un secondo volantino, tradotto anche in inglese, tedesco, francese, spagnolo, russo, cinese e giapponese, verrà, invece, recapitato ai titolari di B&B e a chi gestisce stanze e appartamenti affittati ai turisti, in collaborazione con l’Abbav, l’associazione che li riunisce e rappresenta, che lo metterà a disposizione dei propri ospiti".

Dati positivi

I dati del porta a porta sono costantemente positivi: "Dall’inizio della raccolta porta a porta - continua De Martin - ancora nell’ottobre del 2016, nel sestiere di Dorsoduro, le richieste di deratizzazione sono diminuite mediamente del 29,41%. Segno, questo, che la minor presenza di sacchetti di rifiuti per strada non solo regala un maggior decoro alle calli e ai campi della città ma contribuisce a non attirare ratti e soprattutto gabbiani, come certificato da un recente studio del Corila commissionato da Veritas. Il rapporto ha confermato come sia diminuita la presenza di gabbiani reali e di topi nelle zone interessate dalla raccolta dei rifiuti porta a porta". 

Stesse modalità degli altri sestieri

Le modalità con le quali da martedì 8 maggio a Castello partirà la raccolta porta a porta sono le stesse già applicate negli altri sestieri: i cittadini dovranno portare i sacchetti con il rifiuto residuo e la differenziata del giorno nei punti di raccolta da lunedì a sabato, dalle 8.30  alle 12 circa secondo il calendario predefinito: lunedì, mercoledì, venerdì cartone e tetrapak; martedì, giovedì e sabato plastica, lattine e metalli; dal lunedì al sabato rifiuto residuo. Si aumenterà così la quantità di raccolta differenziata.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I punti di raccolta

Tredici, invece, sono i punti di raccolta di Castello nei quali i mezzi Veritas tra le 6.30 e le 8.30 potranno personalmente portare i rifiuti da casa: Rio di San Zulian (ponte della Malvasia), Campo San Giovanni e Paolo, Campo Santa Maria Formosa, Riva degli Schiavoni (fronte calle delle Rasse), Riva degli Schiavoni (altezza ponte della Pietà), Campo San Lorenzo, Campo Sant’Antonin, Rio della Ca’ di Dio (altezza calle delle Docce), Campo Santa Ternita, Fondamenta della Tana (altezza scuola Calvi), Fondamenta Sant’Isepo, Ponte Paludo (lato Sant’Elena), Rio dei Giardini (altezza calle Marafoni). "Grazie all'impegno dei cittadini e dei dipendenti di Veritas non si vedranno più quegli indecorosi e poco igienici sacchetti della spazzatura abbandonati nei campi o lungo le calli - conclude De Martin - Finalmente stiamo mettendo fine all’attività di gabbiani o roditori che vanno a rovistare tra i sacchi dell'immondizia alla ricerca di cibo. Venezia sarà una città ancora più pulita".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gli aggiornamenti sul contagio in Veneto e in provincia la sera dell'1 aprile

  • I contagi e i pazienti coronavirus aggiornati a domenica sera

  • I dati aggiornati sui casi di coronavirus in provincia e nel Veneto

  • Ricoveri e decessi: gli aggiornamenti del 31 marzo sera

  • Pazienti ricoverati e tamponi positivi al coronavirus domenica

  • Ricoveri stabili, ma continuano i decessi: i dati aggiornati sul Covid-19

Torna su
VeneziaToday è in caricamento