Area pedonale, vista sulla laguna e nuovi arredi: nuova vita per la piazza di Cavallino

Il progetto da 1 milione e 600mila euro è stato approvato dalla giunta comunale. Prevista anche la revisione della viabilità in centro storico

Il rendering della nuova piazza

Il centro storico di Cavallino si rimette a nuovo. Dopo i primi interventi avviati nel 2015, ovvero lo spostamento nella nuova sede della farmacia comunale, la ristrutturazione della scuola materna e dell’edificio storico che oggi ospita la polizia locale, il ridimensionamento del mercato invernale e lo spostamento dello stesso all’interno dell’area parcheggio, il prossimo step approvato dalla giunta comunale riguarda l’area di piazza S. M. Elisabetta. Un progetto da 1 milione e 600mila euro, che partirà ad ottobre 2019 con l’obiettivo di riqualificare e ridefinire il centro storico.

Lavori a step successivi

Ad ottobre i lavori partiranno con l’abbattimento dell’edificio che per anni è stata la sede della polizia locale, aprendo così la piazza alla vista della laguna. Sarà poi creata una isola pedonale con una nuova pavimentazione, saranno installate nuove piantumazioni con arredo urbano, e un’adeguata illuminazione.

Sistemazione della viabilità in centro

Il progetto prevede anche la sistemazione di tutta la viabilità della zona del centro di Cavallino. L’ingresso alla piazza diventerà a senso unico con entrata dalla rotonda di via Equilia verso Punta Sabbioni, è prevista la riduzione della carreggiata con la creazione di una nuova pista ciclabile che si unirà ai tracciati esistenti e a quelli di prossima realizzazione sul Pordelio. Saranno anche realizzati oltre 30 nuovi parcheggi e sistemati i marciapiedi esistenti.

«Un progetto ambizioso»

«L’ambizioso progetto di riqualificare totalmente uno dei luoghi significativi di Cavallino sta prendendo forma. - ha spiegato il sindaco Roberta Nesto -Con la squadra del Patto abbiamo già realizzato metà del percorso intervenendo sugli edifici di proprietà del comune, dando altresì anche l’opportunità ai dipendenti di lavorare in luoghi più idonei e più confortevoli. Il prossimo step prevede interventi importanti che metteranno in ordine gli spazi attuali, riqualificheranno radicalmente la piazza e sistemeranno la viabilità, mettendo in sicurezza tutta l’area. La progettazione in questi tre anni è stata condivisa con le attività adiacenti la piazza e i cittadini e la scelta di posticipare l’abbattimento del palazzetto da aprile ad ottobre è la risposta alle loro richieste, il segnale che ascoltiamo i nostri cittadini e rispondiamo con i fatti. È un progetto sul quale stiamo investendo molte risorse e che darà una nuova vita alla piazza, un nuovo luogo di aggregazione con nuove opportunità lavorative per la zona».

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tacco11 della famiglia di Federica Pellegrini nel nuovo hotel a 5 stelle di Jesolo

  • Schianto tra due auto, morta una donna

  • Sorpreso con un trans, paga subito la multa: «Ma non ditelo a mia moglie» ​

  • Donna trovata morta sugli scogli, è una signora di Noale

  • L'Auchan passa a Conad. Sciopero e presidio a Mestre

  • Barca finisce in secca, volo dell'elicottero per recuperare quattro persone

Torna su
VeneziaToday è in caricamento