Il grande salone per rilanciare la nautica a Venezia. Aprono le Frecce Tricolori

«L'arte navale torna a casa» è il claim dell'evento in programma dal 18 al 23 giugno. Aree espositive, convegni, iniziative per bambini. Parti dell'Arsenale riqualificate. «Un salone-boutique»

È «l'unico salone nautico del Mediterraneo orientale», con un grande bacino d'utenza potenziale. Ma non per tutti: l'evento in programma all'Arsenale di Venezia (18-23 giugno 2019) è stato definito un «salone boutique ed esclusivo», forte della presenza di 48 yacht e super yacht, 95 imbarcazioni da diporto e 50 espositori. Il claim scelto è «L'arte navale torna a casa» e oggi, a Ca' Corner, ne è stato anticipato parte del programma. La lista definitiva degli espositori, invece, sarà ufficializzata a fine aprile. «I numeri stanno andando oltre le più rosee previsioni - ha commentato il sindaco Luigi Brugnaro - e, con persone che continuano a chiederci di entrare, c'è davvero il rischio che qualcuno resti fuori. Dobbiamo studiare una politica di prezzo, perché abbiamo bisogno di un salone di qualità e non delle masse». E ha annunciato: «Il salone nautico sarà aperto dalla pattuglia acrobatica nazionale delle Frecce Tricolori».

VIDEO: i dettagli dell'evento

Salone veneziano

Grande entusiasmo da parte di Alberto Galassi, amministratore di Ferretti Group (secondo cantiere per yacht al mondo), tra i promotori dell'evento e forte sostenitore dell'idea, tanto da aver deciso di portarci una dozzina di navi, compresa la Riva da 50 metri appena ultimata, la più grande al mondo. «A Venezia c'è la tradizione - ha detto - si può raggiungere in aereo, con l'alta velocità, con l'autostrada, via mare e anche in crociera. È una location obbligata: già l'anno scorso Ferretti ha portato alcuni yacht a Venezia e le immagini hanno fatto il giro del mondo». E ha aggiunto: «È l'unico salone nautico del Mediterraneo orientale, molti armatori che hanno la nave in Croazia, Grecia e Montenegro sarebbero felici di tornare verso casa». In questa prima occasione, poi, «c'è una coincidenza meravigliosa con il salone d'arte contemporanea». Il salone sarà esclusivo, appunto. Ma, aggiunge Brugnaro, «lasceremo una giornata, magari la domenica, per la cittadinanza. Per il resto ragioneremo su prenotazioni e inviti degli operatori».

Esposizioni e attività

Ricordando che «Venezia è un luogo di storia e di cultura», l'architetto Carlo Nuvolari ha anticipato ciò che accadrà nell'area congressi, di cui il suo studio si occupa in collaborazione con la Fondazione MuVe. «Ci saranno dei convegni - ha detto - quello di apertura parlerà del lusso di utilizzare la nautica a Venezia». All'interno della tesa 113 sarà allestita una sorta di arena, con un tavolo al centro e gradinate tutto attorno, dove «si potrà assistere a discussioni tra aziende e progettisti, clienti o loro rappresentanti, per raccontare la genesi di un progetto». Poi il concorso. «La tesa 113 ospiterà una mostra sul design dello yacht, più di 70 tra designer e studenti anche di università straniere esporranno i loro disegni, il pubblico potrà vederli e una giuria decreterà il vincitore». Molti sono poi gli eventi previsti, con una sorta di fuori salone che ravviverà anche le serate. Fabrizio D’Oria, coordinatore della segretaria tecnica del salone nautico, ha riepilogato le varie attività previste: ci sarà la possibilità di provare la voga alla veneta, di vedere la centrale operativa del Mose; saranno organizzati incontri sui motori ibridi e le più moderne tecnologie, gare culinarie, iniziative per i bambini a cui saranno dedicati la visita al sommergibile Dandolo e al museo navale, concerti e spettacoli anche a Forte Marghera e in altri punti della terraferma.

Arsenale trasformato

Va ricordato che gli stanziamenti del Comune il salone prevedono anche interventi strutturali di manutenzione sull'Arsenale, con intere aree che tornano nella disponibilità della città. Ci saranno quindi 6mila metri quadri per l'esposizione al coperto e 20mila metri quadri per l'esposizione open air, poi 40mila per l'esposione in acqua, mille metri di pontili e banchine, 100 ormeggi, 100 spazi per barche a terra e 13mila metri quadri per le prove in acqua. Le zone tematiche saranno cinque e quattro saranno i ristoranti. «Il salone - conclude il sindaco - è già finanziato per i prossimi tre anni. Dobbiamo crederci e dare il massimo contributo al suo successo perché rappresenta un'occasione per il futuro delle nuove generazioni».

Informazioni

Sede dell’esposizione è l’Arsenale di Venezia, simbolo del potere e della potenza militare della Repubblica Serenissima e cuore della sua industria navale. Un impareggiabile contesto storico, nel cuore di Venezia, composto da un bacino acqueo di 50.000 metri quadri, e da antichi padiglioni pienamente restaurati, spazi caratterizzati da colonne in pietra d’Istria e ampie e luminosissime volte, per una metratura complessiva di 6.000 metri quadri.

Ecco i dettagli degli spazi espositivi:

Il bacino acqueo:
50.000 mq per esposizione in acqua con ormeggi per imbarcazioni da 10 a 50 metri
Più di 1.000 metri di pontili e banchine
Più di 100 ormeggi in acqua
Più di 100 spazi per barche a terra di lunghezza sotto i 10 metri. 
13.000 mq per prove in acqua

L’area espositiva:
6.000 mq per esposizione al coperto
20.000 mq per esposizione open air
l’ elenco espositori verrà pubblicato il 15 aprile.

Le Tese delle Nappe
Sono tre tese comunicanti di grandi dimensioni per un totale di oltre 3.500 mq, pienamente restaurate nel rispetto della struttura architettonica originale con la valorizzazione delle ampie e luminosissime volte che caratterizzano gli spazi. Vennero edificate a partire dal 1525 nel periodo di sviluppo dell’Arsenale Novissimo (1473-1573) lungo il muro nord dell’Arsenale. Realizzate come “volti d’acqua” ovvero cantieri acquatici, hanno mantenuto a lungo tale peculiarità sino all’interramento eseguito dal 1880. All’interno delle Tese troveranno posto gli stand preallestiti. 


Le altre aree:
Ristoranti e bar
Area relax e didattica
Area per la “Voga alla veneta”
Esposizioni della Biennale Arte 2019
Spazi per meeting e eventi privati

Per i visitatori

Si inaugura con la opening  ceremony il pomeriggio del 18 giugno
Dal 19 al 23 giugno il Salone Nautico Venezia è aperto al pubblico dalle 10.00 alle 19.30
Oltre a poter visitare le aree espositive ed effettuare le prove in acqua delle imbarcazioni  sono previsti eventi e intrattenimento per bambini e famiglie.

Sono previste visite al sottomarino “Dandolo”, al Museo Storico Navale e al Padiglione delle Navi, performance e prove  di vela e di voga alla veneta, esposizioni di artigianato legato alla marineria veneziana, competizioni nautiche ed escursioni.
Tariffe è modalità di acquisto dei titoli d’ingresso verranno pubblicate dal 18 aprile.

Il Salone Nautico Venezia sarà accessibile da tre ingressi:

Arsenale – Padiglione delle Navi (Fermata ACTV e ALILAGUNA “ARSENALE”)
Arsenale Nord – Tesa 105 (Fermata ACTV e ALILAGUNA “BACINI-ARSENALE NORD”)
Giardino delle Vergini (Fermata ACTV “SAN PIERO DI CASTELLO”)


In occasione della manifestazione verranno realizzate speciali linee ed offerte dedicate ai visitatori di ACTV da piazzale Roma e ALILAGUNA dall’aeroporto con tariffe agevolate. 
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tacco11 della famiglia di Federica Pellegrini nel nuovo hotel a 5 stelle di Jesolo

  • Violenta collisione in serata, perde la vita un 53enne di San Stino

  • L'Auchan passa a Conad. Sciopero e presidio a Mestre

  • Sciopero del personale Actv, ecco quando

  • Esplosione a Marcon, il botto mette in allarme mezzo quartiere

  • Minaccia la dipendente con la pistola, poi fugge con il contante

Torna su
VeneziaToday è in caricamento