Una proposta per San Basilio: botteghe artigiane per migliorare la vivibilità

Una settimana di workshop, laboratori e mostre temporanee per una riqualificazione urbana all'insegna dell'artigianato

San Basilio sarà protagonista di un progetto di riqualificazione urbana della durata di una settimana, proposto dalla confederazione nazionale dell'artigianato di Venezia e finanziato dalla camera di commercio. Dall'8 al 15 novembre, infatti, lungo la fondamenta saranno proposti workshop, laboratori, mostre temporanee, sperimentazioni e sviluppo di idee progettuali per sottolineare l'importanza dell'artigianato in ambito di riqualificazione urbana. L'evento sarà aperto e concluso da due tavole rotonde nelle quali si discuterà del rilancio delle attività artigianali nel centro storico. 

Centro focale dell'evento sarà palazzo Cosulich, alle Zattere, grazie alla collaborazione di Ca' Foscari Alumni, e proprio in questo luogo ci sarà, venerdì 8 novembre alle 17.00, l'inaugurazione ufficiale dell'iniziativa con dibattiti in cui interverranno Roberto Paladini, segretario CNA Venezia, Marco Vedovato dell'Università di Ca’ Foscari, Marco Cosmo dell'associazione Ca’ Foscari Alumni, Saverio Pastor (associazione El Felze), Adriano De Vita dell'associazione Faro Venezia, Remì Wacogne (Iuav), Matteo Ribon di CNA Veneto, Adanella Peron (Regione Veneto). Nello stesso palazzo avverrà la cerimonia di chiusura dell'evento, il 15 novembre alle 18.00.

Sono partners del progetto - con CNA e camera di commercio - comune di Venezia, Maclab (laboratorio di management dell'arte e della cultura dell'Università Ca' Foscari), associazione Ca' Foscari Alumni, Sumo società cooperativa sociale, associazione El Felze, associazione Compagnia L'Arte dei Mascareri, associazione Marco Polo, associazione culturale Caos studio, Ecipa nordest. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovata senza vita Bruna Basso, era scomparsa da mercoledì

  • Marea record, Venezia completamente sott'acqua

  • Il disastro dell'acqua alta: incendi e barche affondate, rive e edifici danneggiati

  • Diciotto chili di marijuana nell'officina, «titolare» in manette

  • Madre e figlio trovati morti a Venezia: sospetta intossicazione da monossido

  • Come "l'acqua granda" del 1966. Due morti a Pellestrina

Torna su
VeneziaToday è in caricamento