Tricarico lascia la guardia costiera di Jesolo: insediato il comandante Sangermano

Il direttore marittimo del Veneto: «Jesolo - Cavallino una realtà sensibile». Parte Mare Sicuro

La cerimonia di insediamento

Il comandante Luigi Tricarico ha concluso il suo mandato alla guardia costiera di Jesolo. Venerdì si è insediato il tenente di Vascello Francesco Sangermano, proveniente dalla capitaneria di porto di Imperia dove ha ricoperto l'incarico di capo servizio operativo. Alla cerimonia, presieduta dal direttore marittimo del Veneto Piero Pellizzari, erano presenti anche il sindaco di Cavallino Roberta Nesto, e l'assessore al demanio di Jesolo Esterina Idra. 

«Jesolo realtà sensibile»

Nel suo saluto, il Comandante Tricarico ha ringraziato tutto il personale per l’intenso lavoro svolto, evidenziando il raggiungimento di molti obiettivi grazie all'impegno e alla professionalità di tutto il suo equipaggio e all'importante collaborazione tra autorità marittima ed istituzioni. Sangermano si è detto onorato per l'incarico che andrà a ricoprire «nell’ambito di un territorio fervido di attività e iniziative di carattere economico, turistico e sociale e a favore delle quali il corpo delle capitanerie di porto si erge a tutore della sicurezza in mare e interlocutore principale per quanto riguarda gli usi civili e produttivi di questa inestimabile risorsa naturale». «Questa è una realtà sensibile e di pregio - ha sottolineato invece Pellizzari -. L’incarico di comandante non è solo un elemento di altissima responsabilità ma, principalmente, uno strumento per soddisfare le necessità della collettività, attraverso un continuo ascolto delle esigenze del territorio e dell’intero cluster marittimo e al fine di poter generare scelte intelligenti nel rispetto delle norme di riferimento e con occhio attento alla sicurezza ed alla salvaguardia dell'ambiente».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Mare sicuro

Con l’occasione il direttore marittimo del Veneto ha presentato l’annuale operazione estiva denominata “Mare Sicuro” che vedrà presenti sul litorale e sul lago di Garda (che è di competenza territoriale) oltre 150 militari e più di 30 unità navali impegnati quotidianamente per garantire la sicurezza. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I dati aggiornati sul contagio in Veneto e in provincia

  • I contagi e i pazienti coronavirus aggiornati a domenica sera

  • Ricoveri e decessi, gli aggiornamenti del 24 marzo sera

  • Quasi 6000 positivi al coronavirus in Veneto, altri morti in provincia

  • Quasi 900 positivi in provincia, altri 2 morti all'ospedale di Dolo

  • Mutui per prima casa sospesi dai decreti Conte ma alcune banche trattengono la rata

Torna su
VeneziaToday è in caricamento