Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Pennacchi riaccende il teatro a Mestre

Martedì è andato in scena lo spettacolo in doppia replica, tra i primi dopo la fine del lockdown

 

Lo spettacolo di Andrea Pennacchi riporta il teatro nelle piazze. Un'atmosfera di festa e spensieratezza ha pervaso il centro di Mestre, martedì sera, in occasione della performance de "Il Pojana e i suoi fratelli" in due repliche, alle 19 e alle 21.30, entrambe da tutto esaurito, in piazzetta Malipiero. Doveva andare in scena ieri ma il maltempo ha prolungato ancora di un po' l'attesa dei mestrini: un nonnulla, in confronto agli oltre tre mesi passati senza palchi e senza attori. Il pubblico, entusiasta e divertito, lo ha dimostrato.

La coda della gente in attesa di entrare a un certo punto ha raggiunto piazza Ferretto, tanto che l'organizzazione ha dovuto spiegare alle persone che i posti erano terminati. Pazienza, ci saranno altre occasioni: la prossima è lunedì 22 giugno alle 21 (ma è meglio arrivare mezz'ora prima) nel cortile di Villa Erizzo, con Romeo e Giulietta.

Con lo spettacolo di Pennacchi, dunque, ha preso il via la rassegna “Io sono Teatro... tra la gente", sette spettacoli che animano gli spazi urbani di Mestre e Venezia: organizzata dal settore Cultura del Comune di Venezia, in collaborazione con Arteven, ha un forte valore simbolico proprio perché "riapre" i teatri dopo il lungo lockdown iniziato il 24 febbraio scorso. Il sindaco Luigi Brugnaro ha detto: «È con grande soddisfazione che riapriamo i teatri, e lo facciamo con un ricco cartellone di spettacoli che si protrarrà tutta l’estate». Per Massimo Zuin, presidente di Arteven, «la gente non vede l’ora di tornare alla normalità e il teatro ancora una volta si dimostra un elemento essenziale della vita quotidiana». Lo stesso Pennacchi ha commentato: «È una grande gioia poter tornare a calcare le scene e farlo a Mestre ha un significato particolare perché questo teatro mi ha visto molte volte sul suo palcoscenico».

La rassegna proseguirà lunedì 22 giugno alle 21 nel cortile di Villa Erizzo con “Romeo e Giulietta”, del Teatro Stabile di Verona, mentre lunedì 29, sempre a Villa Erizzo, ci sarà lo spettacolo “Il mestiere comico” di Pantakin Commedia. Dal 3 al 5 luglio il teatro si sposta a Venezia, nel parco del Teatrino Groggia a Sant’Alvise: venerdì 3 luglio va in scena l’evento speciale “Ancora Groggia. Riapprodare a teatro” di Mattia Berto; sabato 4 luglio è la volta di “Shock a stelle e strisce” di exvUoto Teatro, mentre domenica 5 lo spettacolo è “La stamberga delle scarpe” di Febo Teatro. Lunedì 6 luglio si ritorna a Mestre con la rappresentazione conclusiva “Don Chisciotte” di Stivalaccio Teatro, in piazzetta Malipiero. La rassegna si svolgerà nel pieno rispetto delle disposizioni governative in vigore: accesso a numero limitato, uso di mascherina e distanziamento tra i posti a sedere. Saranno presenti postazioni con detergenti e soluzioni disinfettanti e ogni posto a sedere sarà sanificato prima dell’accesso del pubblico alla platea.

Potrebbe Interessarti

Torna su
VeneziaToday è in caricamento