Sicurezza stradale: aumentano i controlli nei mesi estivi con l'iniziativa "Adotta una strada"

Più verifiche da parte dei carabinieri a luglio e agosto sulla Padana Superiore e sulle strade più pericolose d'Italia per ridurre l'incidentalità

Sicurezza stradale: aumentano i controlli nei mesi estivi con l'iniziativa "Adotta una strada"

Parte a inizio luglio la settima edizione del progetto "Adotta una stada", nato grazie alla collaborazione tra la fondazione ANIA e l'Arma dei carabinieri per un'estate all'insegna della sicurezza stradale. Si tratta di un'iniziativa che coinvolgerà anche il Comando legione carabinieri del Veneto e che punta a ridurre il numero di incidenti e la loro gravità su alcune delle strade più pericolose d'Italia. Verrà posta una particolare attenzione al trasporto dei bambini in automobile e alla guida sotto effetto di alcol. 

Dopo la sesta edizione, svolta ad aprile con grande successo con il controllo di oltre 13mila veicoli e 17.400 persone, i controlli speciali dei carabinieri tornano dal 1 luglio fino al 31 agosto, il periodo statisticamente più a rischio di incidentalità stradale. Le verifiche riguarderanno nello specifico le strade Padana Superiore, l'Aurelia, la Tirrena Inferiore, l'Orientale Sicula e la Carlo Felice e saranno raddoppiate nei fine settimana e nelle ore notturne. 

L'obiettivo del progetto è quello di favorire la prevenzione e l'informazione sulla sicurezza stradale. Le pattuglie dei carabinieri, infatti, concentreranno la loro attenzione sulla guida in stato di ebbrezza e sul corretto uso delle cinture di sicurezza e dei sistemi di ritenuta per bambini. Verranno inoltre distribuiti agli automobilisti, dopo il controllo, degli etilometri monouso insieme a un opuscolo informativo realizzato dalla Fondazione ANIA con le norme per il corretto trasporto dei minori in auto.

Luglio e agosto: i mesi più a rischio 

Secondo le statistiche il mese di agosto è quello con il più critico indice di mortalità di tutto l'anno (rapporto tra decessi e numero di incidenti, ovvero 328 in 14.195 sinistri) mentre luglio è il mese con il più alto numero di morti (341) e feriti (24.107) in assoluto. I mesi estivi si confermano quindi i più pericolosi, considerando anche l'aumento della circolazione nei weekend e il traffico delle partenze per le vacanze. Va aggiunto, inoltre, che le strade extraurbane sono le più pericolose della rete viaria italiana. Secondo le statistiche del 2017, ultimo anno di raccolta dati, su queste arterie si sono registrati 1.615 decessi e un incidente su 5 si è verificato proprio su strade extraurbane (35.077 pari al 20% del totale) con oltre 56mila feriti (22% del totale).

Potrebbe interessarti

  • Zenzero: è davvero un alleato per la nostra salute?

  • Temporali estivi: come proteggersi per evitare rischi

  • Festa del Redentore: i migliori punti da cui ammirare i fuochi

  • Forfora: da cosa è causata e come si combatte

I più letti della settimana

  • Auto contro un platano, morto un 28enne

  • La tragedia di Jesolo: quattro giovani vite spezzate, indagini su un presunto speronatore

  • Quattro giovani hanno perso la vita in un gravissimo incidente a Jesolo

  • I funerali di Eleonora, Leonardo, Riccardo e Giovanni allo stadio di Musile

  • Grandine come palline da ping pong, attimi di preoccupazione

  • Il papà di Giorgia, unica superstite nello schianto di Jesolo: «Come aver perso figli miei»

Torna su
VeneziaToday è in caricamento