Spesa solidale: raccolti a Mestre beni di prima necessità, oggi la consegna

Distribuzione alle famiglie bisognose individuate dalle agenzie della coesione sociale

Sono state consegnate oggi le spese solidali raccolte a Mestre in una nota catena di supermecati del territorio alla presenza dell'assessore alla coesione sociale Simone Venturini. La società di supermercati ha, infatti, avviato, nei propri punti di vendita, una raccolta solidale di generi alimentari e di prima necessità, con particolare attenzione ai prodotti dedicati ai bambini e agli anziani. La raccolta avviene alle casse degli esercizi commerciali, con sacchetti della spesa separati e destinati all'iniziativa benefica. I beni verranno distribuiti da parte delle associazioni di volontariato del territorio alle famiglie bisognose individuate dalle agenzie specializzate tramite il gruppo di lavoro "spesa solidale" del comune.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Ringrazio la società per aver organizzato l’iniziativa – ha dichiarato l’assessore Venturini – e i cittadini che ogni giorno dimostrano la propria sensibilità aderendo alla raccolta solidale, nonché i servizi del comune che coordinano il progetto. Nel nostro territorio, grazie appunto al contributo del Gruppo di supermercati, sono stati consegnati 30 quintali di prodotti di prima necessità, corrispondenti a 6.000 pasti. In questo difficile momento le iniziative che nascono dalla solidarietà fra le persone sono fondamentali e fanno ben sperare per il prossimo futuro, quando avremo ancora bisogno di azioni comuni, di vicinanza e solidarietà».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: la mascherina non sarà più sempre obbligatoria

  • «Ha fotografato le mie bimbe in vaporetto»: nel telefono la polizia trova decine di foto di minori

  • Bacaro chiuso 5 giorni per violazione delle norme anti-Covid

  • Coda verso Venezia al mattino. Pressione sui mezzi nel corso della giornata

  • Ecco i divieti che resteranno in vigore anche dopo il 3 giugno

  • Incendio ad un'azienda agricola in Riviera

Torna su
VeneziaToday è in caricamento