Plateatici di Venezia, stop a nuove concessioni

Dopo la stretta su alberghi e take-away, la Giunta ha deliberato la sperimentazione per i prossimi 12 mesi

Stop al rilascio di nuovi ampliamenti in centro città. Dopo il blocco agli alberghi e ai take away, la Giunta comunale di Venezia ha disposto anche la sospensione di nuove concessioni di suolo pubblico. Una sperimentazione che avrà una durata iniziale di 12 mesi.

La sperimentazione

Si tratta di una delibera con la quale l'Amministrazione intende pianificare l'occupazione del suolo nel centro storico cittadino, integrando quella adottata nel 2012 e poi modificata nel 2015. «Con questa delibera - ha commentato il sindaco Luigi Brugnaro - andiamo a mettere fine a un automatismo che concedeva, a chi ne facesse richiesta, di poter ottenere l’utilizzo di suolo pubblico. Ora stiamo invertendo la rotta. Ci siamo presi l’autorevolezza di poter decidere noi se rilasciare nuovi permessi o meno. Se ci saranno nuovi plateatici nella città storica sarà stabilito volta per volta, caso per caso”.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di pasquino
    pasquino

    A murano c'è un ristorante che occupa tutto il campo e nessuno dice niente,forse siede in qualche commissione delle associazioni di categoria

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Omicidio a Castello: la coltellata, il cartello sulla porta e la chiamata della badante | VIDEO

  • Cronaca

    Pattugliamenti nelle zone della "movida" veneziana

  • Cronaca

    Riciclaggio di denaro sporco: uno strudel manda in fumo 40mila euro nascosti nel forno

  • Cronaca

    Rapinano una libreria: arrestate due donne

I più letti della settimana

  • Schianto tra auto e tram sul ponte della Libertà, traffico bloccato a piazzale Roma

  • Omicidio a Venezia: anziano uccide la moglie con una coltellata

  • Trovato il corpo senza vita di Alex Gerolin

  • Attenzione all'esodo di Pasqua: le previsioni del traffico in autostrada

  • Si sente male in piscina, 19enne muore in ospedale

  • Scomparso da giorni, ammette: «Ero fuggito per debiti di droga»

Torna su
VeneziaToday è in caricamento