Vacanze estive in arrivo: task force sanitaria sulle spiagge a Bibione da maggio a settembre

Previste 6 milioni di presenze turistiche: dal moto soccorso al personale interprete, dalla dialisi al pediatra per gli ospiti più piccoli della località balneare. Illustrato martedì il piano

Una task force di uomini e di mezzi per far fronte ai bisogni di salute di circa 6 milioni di presenze turistiche, tra maggio a settembre a Bibione. Dalle moto soccorso al personale interprete, dalla dialisi al pediatra per gli inconvenienti che possono accadere ai più piccoli turisti della località balneare. Martedì mattina il direttore generale dell’Ulss4, Carlo Bramezza, ha presentato il programma “Vacanze in salute” per la località balneare.

Primo intervento

Il piano è stato illustrato alla presenza del sindaco, Pasqualino Codognotto, del responsabile del dipartimento e del coordinatore del servizio Urgenza Emergenza del litorale, rispettivamente Fabio Toffoletto, e Fausto De Ferra, nonché della coordinatrice della medicina turistica, Cinzia Brunello. L’attività di urgenza-emergenza è confermata nella storica e rinnovata sede di via Maja, dove dal 1 maggio al 30 settembre è attivo il Punto di Primo Intervento (PPI) con ambulanza equipaggiata di medico, infermiere e autista nelle 24 ore, la presenza costante di 3 infermieri (di cui due di area critica) e due medici nelle ore diurne. Non solo, dal 20 maggio a metà settembre il Ppi verrà implementato di una seconda ambulanza, con relativo equipaggio, per  far fronte alle crescenti necessità di cure nel periodo di maggior affluenza.

Interprete

In caso di emergenze sanitarie sarà fondamentale anche la massima comprensione tra medico e turista straniero, ecco allora la presenza di un interprete amministrativo al Punto di Primo Intervento, per 12 ore al giorno, mentre in orario notturno personale medico e infermieristico dell’Ulss4 potrà contare sull’interpretariato telefonico in grado di tradurre 20 diverse lingue.

Assistenza e dialisi

Sul fronte territoriale, i turisti di Bibione possono contare sulla disponibilità di un’assistenza infermieristica a domicilio a richiesta nel distretto socio sanitario di via Maja, il quale ospiterà anche un pediatra in libera professione per 8 ore settimanali, mentre l’assistenza medico-diurna per turisti sarà attiva da fine maggio a metà settembre dalle 8.30 alle12.30, e dalle 18.00 alle 23.00, con orario ridotto (al mattino) nel mese iniziale e finale di apertura per effetto della minor presenza di turisti. Anche per le prestazioni del medico diurno si prevede un incremento al numero già considerevole (5650 prestazioni) raggiunto la scorsa estate. Si conferma infine un fiore all’occhiello l’organizzazione estiva del servizio di dialisi per Bibione (dal 1 maggio al 13 settembre) sempre più apprezzata dalle persone che necessitano di questa tipologia di trattamento, dato che le prenotazioni sono in costante aumento e supereranno, molto probabilmente, le 843 del 2017.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    La conferma dell'artista: il graffito apparso a Venezia è di Banksy

  • Cronaca

    «Escalation di episodi violenti»: il questore chiude per un mese il Molocinque

  • Cronaca

    Negozio di souvenir base dello spaccio: cocaina tra cialde di caffè, titolare in manette

  • Cronaca

    La marcia per il clima a Mestre

I più letti della settimana

  • Ciclista investito, elitrasportato in gravi condizioni dopo l'impatto a terra

  • Maltempo: la mareggiata cancella la spiaggia a Eraclea, danni anche a Caorle

  • Maxi operazione contro i clan specializzati in furti: 10 in arresto, 1600 auto sequestrate

  • Denti perfetti: tutte le regole da seguire per una corretta igiene orale

  • Pesciolini d'argento, gli insetti che si insidiano in tutte le case: come liberarsene

  • Presunta violenza sessuale in discoteca, una ragazza all'ospedale

Torna su
VeneziaToday è in caricamento