Ticket per Venezia. «Urgente un confronto con le categorie»

Pd e Lista Casson chiedono di attivare tavoli tecnici per definire il regolamento di attuazione della tassa di sbarco. Sull'applicazione: «Va esentato chi va a trovare i familiari»

Un momento del Carnevale 2018

Potrebbe diventare un cambiamento epocale. L'idea della tassa di sbarco per la città di Venezia ha grosse potenzialità ma comporta anche parecchie insidie nella fase attuativa: chi deve essere esentato, come si riscuote il ticket, come si fanno le verifiche. E ancora tanti altri interrogativi a cui servirà trovare risposta. Per questo l'opposizione veneziana (Pd e Lista Casson) chiede la convocazione di una commissione congiunta perché il Consiglio comunale possa contribuire alla stesura del regolamento di attuazione.

Tutele per i familiari

Un momento di confronto in cui coinvolgere anche le categorie e la cittadinanza, con l'intento di evitare che il nuovo provvedimento «sia solo un modo per far cassa» e di «vincolare l’utilizzo delle risorse ai servizi e alla tutela di Venezia». «Riteniamo che questo strumento sia importante ma che giocherà un ruolo fondamentale il regolamento di attuazione - scrivono i Pd Monica Sambo, Nicola Pellicani, Emanuele Rosteghin e i componenti della Lista Casson Giovanni Pelizzato e Rocco Fiano -. Dovrà essere tutelato chi lavora e studia a Venezia ma anche chi intende fruire di alcuni servizi presenti in città. Sarà importante anche elaborare un metodo per esentare i parenti che vengono a trovare i propri familiari».

Tavolo tecnico

L'obiettivo, secondo i firmatari, è che il ticket funzioni davvero come strumento per contenere gli accessi alla città. «L’onorevole Pellicani - scrivono - ha presentato alla Camera un Odg che impegna il governo a promuovere entro 30 giorni un tavolo tecnico istituzionale allargato alle forze economiche e sociali per la definizione del regolamento applicativo prevedendo che la quota parte principale delle risorse venga destinata a misure a sostegno dei residenti, nonché al contrasto del degrado e alla tutela del patrimonio storico e culturale del territorio. Anche a livello comunale nelle prossime settimane presenteremo una mozione che racchiuda le nostre idee e le nostre proposte  sul tema».

Potrebbe interessarti

  • Lenzuola: ogni quanto vanno cambiate e perché

  • Micosi alle unghie: i rimedi fai da te

  • I consigli per una lavastoviglie pulita e senza cattivi odori

  • Moscerini della frutta: come eliminarli dalla propria cucina

I più letti della settimana

  • Schianto frontale tra un'auto e un autobus: due morti e feriti gravi sulla Triestina

  • Lenzuola: ogni quanto vanno cambiate e perché

  • Si sente male e muore in spiaggia a Jesolo

  • Auto fuori strada finisce nel canale, perde la vita un 23enne

  • A Mirano una raccolta fondi per la famiglia di Andrei e Ana Maria

  • Sabato i funerali di Riccardo Mian. A breve una perizia sull'incidente

Torna su
VeneziaToday è in caricamento