"Regalo" degno del 200° compleanno: un nuovo Giorgione alle Gallerie dell’Accademia

Presentata martedì l’opera il Concerto, in comodato quinquennale da un collezionista privato. Un'occasione unica di vedere riuniti i tre dipinti di quella che fu la collezione Vendramin

Le Gallerie dell’Accademia da oggi offrono la straordinaria occasione di vedere riuniti tre dipinti di Giorgione, un tempo tutti parte della collezione veneziana del patrizio Gabriele Vendramin. Si tratta della famosissima Tempesta, ottenuta in comodato quinquennale da un collezionista privato, che si aggiunge alla "Vecchia" e al "Concerto" o Davide Cantore.

Tre opere riunite

Le tre opere saranno esposte insieme per un mese in sala XXIII, dopodiché la Vecchia sarà sottoposta a restauro, mentre rimarranno visibili gli altri due dipinti. L’allestimento temporaneo le vedrà accostate per permettere di cogliere diverse declinazioni dell’arte di Giorgione alle Gallerie: la Tempesta come innovazione verso la pittura di paesaggio, la Vecchia come ritratto del tempo, il Concerto a segnare una nuova monumentalità della figura.

Giorgione - La Tempesta_RISOLUZIONE MEDIA-2

Bicentenario

L'iniziativa fa parte di un ampio programma di conservazione e valorizzazione iniziato nel settembre 2017 con la mostra "Canova, Hayez, Cicognara. L'ultima gloria di Venezia", in corso sino al prossimo 8 luglio. L'occasione è il bicentenario della prima apertura pubblica del museo, celebrato anche con un eccezionale incremento del patrimonio artistico reso possibile dal ministero dei Beni culturali con la collaborazione di Fondazione Venetian Heritage Onlus e Fondazione Venice in Peril Fund (Londra). Inoltre è stata attivata, insieme all'Accademia di Belle Arti, la prima residenza d'artista, che si svolgerà nel 2019.

"Esperienza più ricca"

"Ci onora il gesto di fiducia dei proprietari - ha commentato la direttrice del museo, Paola Marini - e la loro scelta lungimirante di accostare il Concerto già Vendramin agli altri dipinti di Giorgione presenti nella stessa prestigiosa raccolta veneziana. L’esperienza della visita del nostro museo sarà da oggi più unica e coinvolgente". Alla presentazione sono intervenuti inoltre la storica dell'arte Laura Mattioli e il collezionista Giacomo Rossi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Scorzè: camionista investito e ucciso nella notte

  • Truffatore online per anni, lo vanno a prendere nel suo appartamento

  • Referendum per la separazione di Venezia e Mestre: l'affluenza si ferma al 21,73%

  • Trovato morto a 17 anni: sospetta overdose da psicofarmaci

  • Scoperta a rubare vestiti, aggredisce il direttore e gli punta le forbici in faccia

  • Due casi di overdose in poche ore a Mestre, morto un 24enne

Torna su
VeneziaToday è in caricamento