Acquistava il metadone con un ricettario rubato, poi lo rivendeva ai tossicodipendenti

Grazie alle ricette era riuscito a rifornirsi in più occasioni in varie farmacie della Marca. Il giovane, residente a Mira, è stato identificato dai carabinieri di Mogliano Veneto

Un pregiudicato e tossicodipendente di 28 anni residente a Mira è stato denunciato dai carabinieri di Mogliano Veneto per sostituzione di persone, falso, ricettazione e truffa. Secondo quanto accertato dagli investigatori il giovane, da marzo ad aprile di quest'anno, usando delle ricette provenienti da un ricettario rubato ad un medico internista dell’ospedale di Padova, sulle quali aveva apposto un timbro falso, si era recato in numerose farmacie della provincia dalle quali si era fatto consegnare fiale di metadone che poi aveva rivenduto ad altri tossicodipendenti ricavandone circa 400 euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Primo caso di Coronavirus nel Veneziano: è un 67enne di Mira

  • Aumentano i casi positivi al coronavirus: aggiornamenti

  • L'ordinanza del ministero della Salute e del presidente della Regione Veneto

  • Coronavirus: l'ordinanza per i Comuni colpiti del Veneto

  • Coronavirus, inizia la settimana più lunga: gli aggiornamenti

  • Coronavirus: quali sono i sintomi e come comportarsi in caso di contagio

Torna su
VeneziaToday è in caricamento